Tag Archives: Germania

Waffle al latte di cocco con lievito madre

 

Il web, ho imparato, è un grande mezzo traghettatore. In pochi giorni ho visto così tanti waffle circolare in rete, che finalmente mi sono decisa a procurarmi una piastra e provare anche io una mia versione con la mia (fedele) pasta madre. Dopo la versione di Antonella, Ilaria e Ada, anche io mi sono cimentata.
La particolarità di questi waffle, oltre all’utilizzo del lievito madre, è l’impiego del latte di cocco e di un mix in polvere di limone, macis, vaniglia e cardamomo. Il tutto favorisce un profumo inebriante. Naturalmente potete usare le spezie che preferite.
Non spaventatevi per il lievito madre: proprio come i pancakes, basta mescolare tutti gli ingredienti la sera prima (5 minuti) e cuocere al mattino. Che poi, detto tra noi, se vogliamo waffle a colazione, è piacevole svegliarsi e avere già l’impasto pronto in frigorifero 🙂
Prendendo spunto da Ada, ho preparato due composte, di fragole e ciliegie, anche se io con un procedimento più veloce e spartano. Il tutto accompagnato da un po’ di panna senza zucchero.
Vediamo come si preparano 🙂

5.0 from 2 reviews
WAFFLE AL LATTE DI COCCO CON LIEVITO MADRE
 
Autore:
Resa: 10 waffle
Ingredienti
  • 200 g di farina di tipo 1
  • 250 g di latte di cocco
  • 50 g di latte intero
  • 60 g di burro morbido
  • 50 g di pasta madre
  • 30 g di zucchero di canna
  • 1 bacca di vaniglia
  • 1 cucchiaino di mix in polvere di limone, cardamomo, vaniglia, macis
  • Per il condimento:
  • Panna fresca senza zucchero
  • Zucchero a velo
  • Ciliegie
  • Fragole
  • Zucchero di canna
  • Limone
Preparazione
  1. La sera prima, in una ciotola, sciogliete la pasta madre nel latte.
  2. Aggiungete la farina e il latte di cocco e lavorate con le fruste elettriche.
  3. Aggiungete i semi di bacca di vaniglia, il mix in polvere, lo zucchero e l'uovo.
  4. Continuate a lavorare rendendo il composto liscio e omogeneo.
  5. Aggiungete il burro morbido a fiocchetti e amalgamatelo bene.
  6. Coprite la ciotola con coperchio e ponete in frigorifero.
  7. Intanto preparate le due composte di frutta.
  8. In un pentolino pulite e spezzettate le fragole.
  9. In un altro pentolino pulite le ciliegie.
  10. Aggiungete ad ogni pentolino due cucchiai di zucchero e il succo di mezzo limone.
  11. Fate cuocere per circa 5 minuti.
  12. Versate le due composte in due ciotoline, copritele con carta argentata e lasciatele da parte per il mattino.
  13. Al mattino imburrate la piastra per waffle e scaldatela.
  14. Iniziate a cuocere i vostri waffle secondo indicazioni di dotazione della piastra.
  15. Nel frattempo montate la panna.
  16. Quando i vostri waffle sono pronti serviteli in piatto con zucchero a velo, un cicchiaio di panna e le due composte.


Taste & More n.12: Krapfen

Nuovo anno, nuovo numero di Taste & More. 
Cliccate sulla copertina e sfogliate al meglio la nostra rivista.
Vi aspetta un viaggio dai colori avvolgenti…
e la mia ricetta dei Krapfen a lievitazione naturale 

Se non siete ancora a trovarci, passate qui sul blog di 

Spatzle al guanciale e panna

Ci sono momenti in cui le cose sembrano girare tutte per il verso sbagliato. E non ci sono cose da fare: bisogna fermarsi e aspettare.Qualche anno fa mi sarei disperata per un momento come questo, oggi che forse un pò di maturità è dalla mia parte, semplicemente aspetto. 
In realtà è una vita che aspetto, io aspetto sempre. Solo che prima lo facevo in maniera diversa. 
Per mettere la ciliegina sulla torta, mi sono raffreddata. Stordimento, raffreddore, fatica a deglutire..vorrei mettermi a letto e dormire per una settimana di seguito, ma non posso. 
Pigliamola con filosofia…almeno gli spatzle sono venuti bene! 🙂
Finalmente ho comprato l’attrezzo per farli, che sarebbe questo:

Ho intenzione di farli in più varianti, intanto vi lascio questa. 
La ricetta base l’ho presa all’interno della confezione.

Mi fate sapere che ne pensate?

Ingredienti per 4 persone:

400 gr di farina
3 uova
Acqua e sale q.b.
150 gr di guanciale
Panna q.b
Parmigiano qb

Procedimento:

In una ciotola ho unito tutti gli ingredienti mescolando bene con una forchetta.
Ho lasciato riposare e intanto ho messo a bollire una pentola d’acqua
In una padella ho fatto saltare il guanciale e ci ho unito la panna, facendo cuocere uno/due minuti
Una volta giunta a bollore l’acqua, l’ho salata
Ho messo l’attrezzo per gli spatlze sotto l’acqua fredda e poi ho riempito il cestello di impasto
Ho posizionato l’attrezzo sulla pentola e ho iniziato a grattare fino a terminare tutto l’impasto. 
Ho lasciato bollire un poco e poi ho scolato gli spatzle
Li ho tuffati nella panna, ho amalgamato, impiattato e spolverato di parmigiano

DIETRO LE QUINTE
il meraviglioso tramonto di ieri sera


Torta foresta nera

Ho passato il week end a casa dei miei e ho voluto provare a fare questa torta tedesca. Stamattina la cucina  era diventata un campo di battaglia: cioccolato, pezzi di pan di spagna, briciole, ciotole, cucchiai, forchette, fruste, bustine di ogni cosa…tutto per aria! Altro che laboratorio….
E’ passata mia mamma in un momento di panico, avevo cose appoggiate dappertutto, i nostri occhi si sono incrociati e subito mi sono buttata avanti: “dopo pulisco tutto”. Mia mamma mi ha  guardata come solo le mamme sanno fare, e con occhi dolcissimi mi ha detto“e chi ha detto niente?”
Le torte mi stressano, forse non ho il carattere giusto per farle: dopo mi sento sempre stanchissima, provata, e non c’è una torta, e dico UNA, che io abbia fatto senza imprevisti! E mentre prepari una torta elaborata, se ti capitano gli imprevisti, il nervosismo schizza alle stelle! 
Tutte le volte dico: “basta! è la mia ultima torta!“…poi passa qualche mese, mi innamoro di una torta   farfalla che vola, e rieccomi al punto di partenza! 😀
La ricetta l’ho presa qui, ma io ho modificato un paio di passaggi e ho diminuito lo zucchero da tutte le parti, perché mi piace il dolce, ma non deve essere stomachevole. 
Per fare questa ricetta ci vorrebbero le ciliegie fresche, ma siccome non è periodo, ho usato ciliegie candite per decorare e amarene Fabbri per la farcitura. 

Ingredienti: 

Per la base

100 gr di farina (io antigrumi Molino Chiavazza)
50 gr di maizena
140 gr cioccolato fondente
75 gr di burro
6 uova
180 gr di zucchero semolato(io 150 gr)

Per la farcitura

500 gr di ciliegie (io amarene Fabbri)
70 ml di maraschino
60 gr di zucchero a velo (io 40)
80 gr di zucchero semolato (che io non ho usato perché avevo già lo sciroppo delle amarene Fabbri)

Per decorare

10 ciliegie (io candite)
Riccioli o codette di cioccolato

Procedimento: 

La base

Ho messo a sciogliere il cioccolato con il burro, a bagnomaria. 
Ho montato lo zucchero con le uova fino a che il tutto è diventato gonfio e spumoso.
Raffreddato il cioccolato, l’ho aggiunto alle uova montate, girando bene con un cucchiaio di legno.
Ho aggiunto la farina, la maizena e il lievito con un setaccio spargi farina, poco alla volta e mescolando con il cucchiaio di legno.
Ho imburrato e infarinato una teglia di 24 cm e l’ho messa a cuocere in forno preriscaldato, a 180° per 45 minuti. 
Quando è stata cotta, l’ho lasciata freddare e poi l’ho tagliata in tre dischi.

Per la farcitura

In una padella anti aderente ho messo le mie amarene fabbri con tutto lo sciroppo, ho aggiunto il maraschino e ho lasciato caramellare un minuto.
Ho separato le amarene dal loro sciroppo, in due ciotole diverse. 
Ho montato la panna fredda in un recipiente freddo di frigorifero (importante per avere una panna molto molto ferma), aggiungendo anche lo zucchero a velo. 

Il montaggio e la decorazione

Ho messo il primo disco di torta su un piatto da portata. 
L’ho cosparso di sciroppo, poi l’ho spalmato di panna e infine ho messo le amarene. 
Ho ripetuto tutto sul disco superiore, poi ho messo il terzo e ultimo disco.
L’ho bagnato con lo sciroppo e ho coperto l’intera torta con la panna.
Ho cosparso i bordi con le codette di cioccolato. 
Sulla testa della torta ho creato dei ciuffetti di panna alternati, su cui ho posizionato le ciliegie candite.