Spighette di pane

Spighette di pane 4 copia

Il pane. Tra i profumi più belli di tutto il creato. Quante volte ho provato a descriverlo! Quante volte ho provato a spiegare a qualcuno cosa è il pane. Non so se ci sono mai riuscita.

Ma so che il pane è un linguaggio e quel linguaggio io me lo sono ritrovato tra le mani. Non so come, non so perché. So che mi piace immaginarlo, mi fa stare bene realizzarlo, mi appaga vederlo mangiare dalle persone che amo.

E so che mi diverte da matti sperimentare.

Il pane che vi presento oggi è sfiziosissimo: sono delle spighette soffici e saporite, ideali per panini farciti (con i salumi sono fenomenali).

Chissà se le ricordano Tiziana e Lara? Gliele avevo fatte fare in una giornata in cui ci siamo ritrovate tutte e tre insieme, ad impastare in Veneto. Che giornata meravigliosa e  quanto bel pane avevamo sfornato! Che poi questi panini, la sera, erano finiti farciti di salumi, e li avevano divorati Lara e i suoi amici. Bella soddisfazione.

Allora vediamo come si preparano 🙂

5.0 from 2 reviews
Spighette di pane
 
Autore:
Tipo di ricetta: Pane
Resa: 12 spighette
Ingredienti
  • 500 g di farina 00
  • 300 g di farina buratto
  • 200 g di semola rimacinata di Altamura
  • 400 g di acqua
  • 200 g di latte intero
  • 100 g di pasta madre
  • 30 g di olio extra vergine
  • 1 cucchiaino di malto diastasico
  • Latte per pennellare
Preparazione
  1. Sciogliete la pasta madre nell'acqua, all'interno della planetaria.
  2. Aggiungete tutta la farina, il malto e azionate alla minima velocità.
  3. Intanto aggiungete anche il latte, poco per volta.
  4. Lasciate lavorare per circa 5 minuti.
  5. Fermate la planetaria e rovesciate l'impasto con una spatola.
  6. Lasciate lavorare ancora qualche minuto, quindi aggiungete l'olio a filo, fino a farlo assorbire tutto.
  7. Infine, aggiungete il sale.
  8. Rovesciate l'impasto su un piano da lavoro, arrotondatelo e mettetelo in un recipiente a lievitare sigillato con pellicola, fino al raddoppio.
  9. A raddoppio avvenuto, fate le pezzature da circa 130 g ciascuna
  10. Stendete un pezzo con il mattarello, arrotolatelo su stesso, quindi ponetelo su una placca coperta di carta forno.
  11. Procedete con tutti i pezzi, quindi coprite e lasciate raddoppiare.
  12. Accendete il forno a 220°, portatelo a temperatura e intanto pennellate la superficie dei filoncini con il latte.
  13. Eseguite i tagli così come in foto, poi spolverate con del sale a chicchi medi.
  14. Infornate e portate a cottura.
  15. Lasciate raffreddare su una gratella.

 

 

 


16 Responses to Spighette di pane

  1. Sono bellissimeeeeee. Tu sei davvero la regine dei pani tesoro. Scusa se sono ignorante ma cosa è il malto “diastasico”?

    • tiziana says:

      cioè.. a noi mica lo hai fatto usare questo malto però!! 😛

    • Michela says:

      In estrema sintesi Elenina, il malto diastasico è in polvere e viene prodotto con cereali germinati che favoriscono, una volta idratati, la produzione di glucosio che favorisce la fermentazione 🙂
      Non è obbligatorio comunque.
      Puoi sostituirlo con del comune malto liquido o con un cucchiaino di zucchero 🙂

  2. Io purtroppo non mi sono mai accostata ai lievitati o meglio un paio di volte ma mai con il pane,credo sia ansia da prestazione ,di fallimento 😛
    però devo dire che tutte le volte che ne vedo nei blog è come se vedessi il “Cibo per eccellenza” il pane è davvero tutto e quasi come un sacerdote ah ah ah mi viene da benedirlo! meraviglioso il tuo,bravissima davvero.

  3. Lisa says:

    Mi arriva fino a qui il profumo!
    Io il pane lo faccio con la ricetta della nonna ma questo tipo di formato non l’ho mai fatto e mi incuriosiscono soprattutto certi ingredienti che non ho mai usato!
    Grazie della magnifica ricetta

  4. zia Consu says:

    Hanno un aspetto delizioso 😛

  5. tiziana says:

    ma secondo te le ho dimenticate??!?! ricordo tutto di quel giorno.. il pane, la pizza, i ravioli, il tè.. ma sopratutto ricordo la sensazione di amicizia, ricordo quanto mi sono divertita, ricordo i pensieri mentre tornavo in treno!! adoro i tuoi pani come adoro te!!!!!

  6. Alice says:

    deliziose queste spighette, me ne sto sognando una calda calda!
    baci
    Alice

  7. Eh io mi ricordo benissimo che non ho potuto esserci con voi..mannaggia!!
    Sono bellissime queste spighe mi sono stampata subito a ricetta amica!!
    Un abbraccio stretto, roby <3

  8. lucy says:

    come ti è venuto bene.complimenit davvero, sono perfette, belle e mi immagino buonissime

  9. Eleonora says:

    …ricordo che mi avevi raccontato di quella bella giornata passata con Tiziana e Lara a cucinare!
    Ora vedo le foto di questo pane, ed è davvero splendido!!! Sembra invocare una bella farcitura, salata o dolce fa lo stesso…tanto è sempre buono. Peccato non aver mai impastato assieme, ma sono contenta che almeno ci siano fatte qualche cena accompagnata da chiacchiere (o qualche chiacchierata accompagnata da cena?).
    un caro abbraccio Michi

  10. Alessandra says:

    Ciao Michela, bellissimo il tuo pane….
    Mi piace tantissimo farlo in casa ma non uso la pasta madre. Con quanto lievito di birra posso sostituirla per rifare la tua ricetta?

  11. Franca says:

    Salve, volevo provare a fare questa ricetta, la foto fa venire l’acquolina in bocca, secondo lei posso fare una forma diversa per esempio due trecce, oppure una grande? Grazie il suo sito è molto interessante. Buona giornata, grazie. Franca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: