Pizza fiorita

 

Avere i genitori che abitano in campagna è una delle fortune più grandi che in una vita possa capitare. Avere la possibilità, quando l’anima si fa pesante, di uscire a fare due passi nel verde sconfinato, raccogliendo erbe e fiori spontanei, con la mia amica a quattro zampe Gemma e insieme alla mia amata Mamma…beh…credetemi, è una fortuna davvero.

In questi giorni difficili di passeggiate insieme alla mia Mamma ne ho fatte tante, insieme ci siamo fatte spettinare i capelli dal vento e insieme abbiamo sperato in un futuro insieme, in attesa che nasca Matteo.

Ma quello con la natura non è un legame nato ora. Vi ricordate di questa passeggiata? E poi, vi ricordate di queste pappardelle fiorite? Insomma, usare i fiori eduli mi è sempre piaciuto e ieri prima di cuocere la pizza sono uscita in campagna a cogliere ciò che potevo: fiori di timo, di acacia, bocche di leone, rughetta di campo…quanto è buona la rughetta? Troppo.

E così è nata la mia pizza fiorita. Pensavo che la mia famiglia avrebbe storto un pò il naso e invece queste favolose lingue sono sparite in 5 minuti.

Vi garantisco un prodotto eccezionale….molto scenografico, ovviamente, ma anche davvero buono.

Approfittate delle vostre campagne in questo periodo!

 Pizza fiorita 6 copia

Ingredienti per tre lingue di pizza da 35 cm di lunghezza:

Per l’impasto

600 g di farina di tipo 1 macinata a pietra

520 g di acqua

80 g di pasta madre

30 g di olio extra vergine

12 g di sale

2 g di germe di grano (facoltativo)

Per il condimento

Mozzarella di bufala

Fiori freschi di campo

Rughetta di campo

Olio extra vergine

Sale

Procedimento:

Sciogliete la pasta madre in una piccola parte di acqua presa dal totale, all’interno della planetaria.

Aggiungete tutta la farina, il germe di grano e buona parte dell’acqua.

Lavorate alla minima velocità incordando l’impasto e aggiungendo l’acqua rimanente poca per volta.

Fermate la planetaria e con una spatola flessibile rovesciate l’impasto nella ciotola.

continuate ad impastare aumentando un pochino la velocità e aggiungendo l’olio a filo, piano piano.

Una volta assorbito l’olio, aggiungete il sale.

Rovesciate l’impasto su un piano da lavoro e arrotondatelo.

Ponetelo in una ciotola leggermente oliata e chiudete con tappo.

Fate lievitare circa 3/4 ore, quindi mettete l’impasto in frigorifero per tutta la notte.

Al mattino, togliete l’impasto dal frigorifero e fatelo acclimatare un paio d’ore.

Dividete l’impasto in tre parti, dando con le spatole una forma “a filone”.

Preparate le teglie con abbondante semola rimacinata.

Stendete le lingue di pizza con gentilezza per non compromette l’aria.

Coprite con un panno di cotone e lasciate riposare 1 ora.

Accendete il forno a 250°, intanto passate un filo d’olio extra vergine sulle pizze e cospargete di chicchi di sale.

Con la punta delle dita, esercitate delle piccole pressioni sulla superficie, creando delle fossette.

Infornate e portate a cottura.

Sfornate le pizze e lasciatele intiepidire.

Intanto in una ciotola condite fiori e rughetta con olio e sale.

Sulla pizza fate uno strato di mozzarella di bufala e poi cospargetela dei fiori appena conditi.

 Pizza fiorita (2) copia

Pizza fiotira 4 copia  Pizza fiotira 3 copia


32 Responses to Pizza fiorita

  1. Enrica says:

    Riempire gli occhi di bellezza fa bene all’animo e sono certa che la passeggiata con tua mamma abbia fatto bene a tutti e 3…questa pizza rappresenta a pieno il significato di buono e bello…brava!

    • Michela says:

      Avevo proprio bisogno di questo…di riempire occhi e cuore di bellezza…e del vento nei capelli.
      Grazie Enrica ❤

  2. Lisa says:

    Meravigliosa!
    Adoro i fiori e coniugare fiori e cibo è la cosa migliore per respirare la primavera e aprire l’animo!

  3. Ilaria Guidi says:

    Michela cara, queste fotografie sono bellissime…piene di colore e di gioia…questa pizza fiorita è un trionfo alla primavera, alla felicità e alla speranza…sei bravissima…è bello leggerti…mi rispecchio molto nelle tue parole…
    Ti abbraccio forte bellissima mammina…vi penso…

  4. Alice says:

    bellissima e molto originale! Ho appena indetto un nuovo contest sui lievitati sarebbe perfetta la tua pizza fiorita per partecipare, se ti va passa da me!
    baci
    Alice

  5. Ti auguro di cuore ancora un milione di passeggiate con la tua mamma e con il tuo bimbo che sta per nascere,sarà così vedrai,sono ancora in preghiera.
    Che ti devo dire io amo i fiori e tutto ciò che è campestre,anch’io ho la fortuna di assaporare la terra alcune volte ed è da li (un pò come rossella O’Hara in via col vento) che spesso si riesce a trarre forza ed energia,questa tua ricetta è davvero spettacolare e chissà che profumata sarà con le fresie e tutti gli altri fiori.
    ti abbraccio forte.

    • Michela says:

      Carisisma Ketty, anche io sono in preghiera, anche se non preghiere classiche…quelle non so farle.
      Bisogna lottare e sperare nell’arcobaleno.
      Grazie per essere passata qui…ti stringo forte forte :*

  6. Lalla says:

    Originalissima e piacevole anche da guardare. penso che se avessi l’opportunità di usufruire dei prodotti di campagna farei esattamente come te.
    Ps:ho provato a cliccare sulle iconcine social…da pagina non trovata, forse perché sono da cellulare ?

    • Michela says:

      Cara Lalla, le icone social le inserirò entro breve..non è un tuo errore.
      Sono felice che la mia pizza ti piaccia 🙂

  7. Francesca P. says:

    Non ho mai visto una pizza così bella… giuro! I fiori hanno il potere di farmi sorridere, subito, al primo sguardo… e mangiarli è un piacere, da quando ho scoperto che si può fare! Come mangiare un sogno, la cosa più delicata che c’è…
    Pensa a quante belle passeggiate nel verde farai con Matteo… pensa a tutti i fiorellini che vedrà e toccherà! Io ho un debole per il rosa della verbena… 🙂

    • Michela says:

      Francesca, detto da te mi onora….tu sei tra le persone che sicuramente hanno un senso del bello molto profondo. Amo il modo in cui i tuoi occhi stabiliscono la bellezza 🙂
      Matteo avrà gli occhi pieni di queste vedute <3
      Ti abbraccio :*

  8. Cristina says:

    La natura è un elemento imprescindibile della mia vita. La domenica , a prescindere dalle condizioni atmosferiche, vado quasi sempre in montagna o in campagna. Ho un libro dedicato alle erbe commestibili, a suo tempo ho partecipato ad una passeggiata didattica con slow food e mi si è aperto un mondo. Ma ne raccolgo di pochissimi tipi perchè…ho paura di tirar su erbe tossiche. In questi ultimissimi mesi ho cominciato a prender più confidenza con i lievitati dolci, con soddisfazioni enormi. Non mi fanno più…terrore. Quindi, cara Michela, i tuoi post saranno preziosi. Queste lingue lievitate forse riesco a farle. Mi spaventa l’idea dell’arrotolamento sul piano di lavoro, considerata l’alta idratazione. Continua così !!

    • Michela says:

      Cara Cristina, una come te non può certo avere paura dei lievitati.
      Se hai bisogno chiedi pure…per quello che posso, sono contenta di aiutare.

      Un bacione :*

  9. Eleonora says:

    oh…lo sai che ho un debole per i fiori.
    figurati che effetto mi ha fatto vedere queste pizze coloratissime!!!
    un’idea freschissima, bella, deliziosa.
    amo il vento e come mi fa sentire, mi dona energia…affido al vento il mio pensiero per voi, così la prossima volta sentirete addosso il mio abbraccio. ♥

  10. Stamattina quando ho visto le tue meravigliose foto ero in treno, tornavo da un fine settimana di quelli rigeneranti, che ti servono nelle giornate tristi … ma di questo ne parlerò in un dei miei prossimi post. Dicevo; ero in treno, pioveva (e piove ancora) a dirotto e vedere tutti questi colori mi ha messo ancora più gioia. Meravigliosa questa pizza, o lingue di pizza, davvero meravigliose. Cara Miky vivi la vita con gioia e serenità, goditi quello che la vita ti mette davanti, perchè anche nei momenti bui e pesanti, c’è sempre un raggio di luce che illumina e ti fa andare avanti. Goditi la tua mamma e sii fiduciosa, vedrai che tutto va meglio. Ti mando un abbraccio esagerato.

    ps sai che anche la mia Alessandra, chiamava Fagiolino il suo piccolo nei primi mesi? Poi hanno deciso di chiarmarlo Christian e allora ….

    • Michela says:

      Dolcezza, anche qui oggi piove. Ma sono certa che presto splenderà il sole. E sono sicura anche per te ♥
      Fagiolino il nome ce l’ha già…ma un nomignolo è sempre bello :’)

      Un abbraccio alla mia vicina di cuore ♥

  11. Isa says:

    Tesoro la tua pizza è meravigliosa come te! Ti ho mandato una mail, abbraccio forte forte te e il tuo bimbo ♡♡♡♡♡♡♡

  12. Silvia Brisi says:

    Che meraviglia Michela!! Queste immagino sono serenità e dolcezza!!
    Immagino che i fiori abbiano un gusto dolce e con il sapido della focaccia e della rucola devono creare dei contrasti molto gradevoli!!
    Brava, è favolosa e buona!! Goditi la natura, infonde tanta forza e tanta calma! E goditi la tua mamma, stare vicine in questi momenti un po’ tesi è la cosa migliore per entrambe!
    Un bacio a te e al fagiolino!

    • Michela says:

      Ciao Silvia…grazie per il tuo apprezzamento.
      Non hanno un gusto molto dolce i fiori, sulla pizza, perché sono spolverati di sale. E il contrasto con la rughetta è pazzesco perché quella di campo ha una nota vagamente amara.
      Vabbé…si è capito che mi è proprio piaciuta? :)))

  13. Simona Mirto says:

    Solo tu puoi tanto…. ricordo i tuoi fiori d’acacia fritti, le pappardelle con i fiori nell’impasto e adesso arriva questa pizza… ma io dico ma dove si trovano queste meraviglie? Io me lo immagino già il tuo cucciolo che muoverà i primi passi tra i fiori di questa meravigliosa campagna tenendoti per mano… grandiosa… quando vorrei anche solo saper riconoscere i fiori commestibili… sono in cerca dell’attrezzo per gli gnocchetti e adesso mi metterò a pensare in quale campagna scovare tanta bellezza… Grazie per gli spunti e per la tua vicinanza sempre.. so che non è un buon momento, ma so anche tutto andrà bene sai? io prego per voi.. intanto ti mando un abbraccio immenso amica con la speranza che almeno questo commento arrivi, ho pulito la cache prima di accedere vediamo se va :* tvb:**

    • Michela says:

      Dolcezza, basta fare un giro in qualsiasi campagna fuori roma…e fidati che se scrivi “fiori eduli” su google immagini, ne riconoscerai parecchi 🙂

      Grazie a te, per la tua vicinanza. “Ti sento” sempre ♥

  14. wow ma è splendida davvero incantevole, mette allegria, un capolavoro, sono ammirata, piacerebbe anche a me avere la fortuna di poter uscire a far due passi e cogliere erbe spontanee ma abitando in città è impossibile! presto le farai con matteo!buona giornata

  15. E’ davvero stupenda!!!!

  16. giulia says:

    Michela…che bella!! mi mette allegria…complimenti sei bravissima!

  17. zia Consu says:

    Ciao tesoro, sono un po’ assente in questo periodo ma questa ricetta non potevo proprio perdermela 🙂 Ho l’acquolina in bocca 😛 devo decidermi a fare un corso intensivo sui fiori eduli..
    Buon we e a presto <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *