Taste & More n.10: Pane con polpa di fagioli

clicca sulle immagini per ingrandirle

Non esistono limiti alla fantasia, in cucina come nella panificazione. In tema di legumi, molti sono i pani che si possono realizzare, sciogliendo le briglie del vostro estro e delle vostre conoscenze.
Potete utilizzare farine di legumi (come ad esempio quella di ceci), oppure osare e volare un pò più alto, utilizzando polpa di legumi frullata.
L’idea di questo pane nasce dalle radici: è realizzato infatti con fagioli tondini coltivati in casa, conservati rigorosamente secchi all’interno di appositi recipienti con foglie di alloro per conservarne l’integrità.
Bolliti e frullati in modo grossolano, quindi utilizzati all’interno dell’impasto insieme alla loro acqua di cottura.
Il tutto per ottenere un pane proteico e ricco di ferro, ideale per chi ha necessità di integrare queste due sostanze all’interno della propria dieta, ma gradevolissimo per tutti. 
Questa versione è realizzata con lievito madre al 50% di idratazione, ma se si vuole usare il lievito di birra fresco, apporteremo questa variazione: 5 g di lievito (togliendo la pasta madre) e 780 g di acqua a totale.
Testi e Ricetta © Michela De Filio 

Ingredienti per 3 filoncini:
700 g di farina 00
250 g di farina integrale di grano tenero
50 g di farina di semi di lino
300 g di polpa di fagioli lessati e frullati
500 g di acqua
300 g di acqua di cottura dei fagioli
80 g di pasta madre 
22 g di sale
Procedimento:

Sciogliete il lievito madre nell’acqua di cottura dei fagioli, all’interno della planetaria. Aggiungete tutte le farine, l’acqua restante e iniziate ad impastare a minima velocità. 
A mano a mano che l’impasto prende forza ed incorda, aggiungete lentamente la polpa di fagioli, quindi aumentate la velocità della planetaria. 
Una volta inglobata tutta la polpa di fagioli, lasciate lavorare qualche minuto, quindi aggiungete il sale, lasciandolo assorbire. 
Rovesciate l’impasto su un piano da lavoro e arrotondatelo. 
Ponetelo a lievitare in una ciotola, sigillato con pellicola, fino al suo raddoppio. 
A raddoppio avvenuto, formate i vostri filoncini e copriteli con un telo a raddoppiare di nuovo. 
Portate il forno a 230°, quindi con una lametta effettuate i tagli sui filoncini, a piacimento. Infornate e lasciate cuocere per 15 minuti, quindi abbassate al temperatura a 200° e portate fino a cottura. 
Sfornate e lasciate raffreddare su una gratella. 

Quanto lavoro esiste dietro una rivista bellissima come questa? 
TANTO!
Eppure non esiste gioia più grande che vedere il frutto di un lavoro di squadra.
E ci innamoriamo un pò di più ogni volta. Tutte. 
Sfogliate il nuovo numero di Taste & More
e diteci pure cosa ne pensate. 
Ne saremo felici.


32 Responses to Taste & More n.10: Pane con polpa di fagioli

  1. Flavia D D says:

    Hai sempre delle idee brillanti e più passa il tempo e più mi convincono che sei più di una menestrella…e poi unire i legumi… Sublime!!!complimenti per la rivista,a tutte voi

  2. m4ry says:

    E' vero…non c'è limite alla fantasia…mai…
    Ti abbraccio compagna di viaggio <3

  3. Elisa Betta says:

    Che idea originale.. da provare al più presto! Grazie! 🙂

  4. Ho anche io un po' di ricette per fare pani con i legumi, piano piano ci arriverò!! Intanto mi gusto la bellezza del tuo, e la bontà la immagino!!!
    Brava!

  5. Questa idea di inserire purea di legumi all'impasto è davvero ottima! Il pane diventa così ricco di ulteriori preziosi nutrienti…bravissima!!!!
    e poi vabbè, il tuo riesce sempre bello, ben fatto, che solo a veder le foto vien voglia di rubarne una fetta.

    immagino che ci sia molto lavoro per realizzare una rivista, soprattutto se curata e ben fatta come Taste&More. Quindi complimenti a tutte le collaboratrici!!!!

    ciao Michi! 😎

  6. Se andassi dal panettiere e mi dicesse: "oggi le consiglio il pane ai fagioli" sorriderei e declinerei, devo dire che i legumi e io non abbiamo un buon rapporto, ma dopo aver letto la tua ricetta non ci vado dal panettiere… me lo faccio io il pane ai legumi 😉

  7. Un pane veramente particolae, sicuramente molto saporito, da mangiarsi anche solo. Ottima soluzione per integrare le proteine soprattutto in quewi soggetti (vedi bambini) a cui la carne proprio non va giù!

  8. Giulia says:

    L'uso dei legumi negli impasti mi incuriosisce non poco. E chi meglio di te poteva mettermi la pulce nell'orecchio per dare il via alla sperimentazione?!

  9. Ma tu…cara e dolce menestrella…che sei andata a fare in Veneto che non ci ho capito una cippa? Ma non ti fa paura prendere tutti quegli aereini??? Io se fossi in te prenderei il treno 🙂
    Un bacio gigante tesoro!

  10. Che bontà! Perfetto per questo nuovo numero ^^

  11. Mi lasci senza parole. La tua audacia mi colpisce e mi entusiasma. Così si fa, ci si crea un obiettivo e lo si raggiunge. Grandeeeeeeeeeeeeee!!!!!

  12. Amo e adoro i legumi, figurati poi così nel pane!
    Tesora sei stata bravissima al solito tuo.
    Ti abbraccio fortissimamente forte <3
    Lou

  13. Tiziana M says:

    la nostra maga del pane!! colei che trasforma in lievitato qualsiasi idea!!! sei diventata il mio mito e ti confermi sempre di più!!!! un pane strepitoso!!! ti stringo!!

  14. Simona Mirto says:

    Amica mia solo tu potevi trasformare fagioli tondini in un pane! cioè… ma come riesci ad avere queste idee così uniche e geniali? Poi la cosa capita a fagiolo… mia sorella vista la gravidanza ha il ferro piuttosto basso e non può predere gli integratori che le fanno un effetto strano… di gonfiarsi di carne non è cosa… e i legumi non le piacciono molto……ma la mia michi li ha camuffati in un pane! g-e-n-i-a-l-e! salvato tra i preferiti… e divulgo subito la notizia… ps adesso vado a leggermi nel dettaglio il babà che già solo la foto mi ha lasciato senza fiato:*

  15. C'è sempre di nuovo nei blog di valore come il tuo!! Complimenti di cuore, Michi! 😀

  16. Gli impasti con i legumi sono saporiti e fanno molto bene, questo pane poi ha davvero un ottimo aspetto, bravissima!
    Bacioni
    Maria Teresa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *