Cassata siciliana


Durante il mio meraviglioso soggiorno a Napoli, un pomeriggio con i miei amici siamo entrati in un negozio piccolo e delizioso che vende tutto per i dolci fatti in casa. Ci siamo entrati perché Gelsomina doveva comprare la farina di mandorle per riprodurre i miei baci di dama. Alle spalle del titolare ho visto subito delle scatole con bellissimi canditi. Potevo non comprarli?!?
Parlando con il titolare, gli spiegavo che mi sarebbe piaciuto trovare una buona ricetta per una cassata siciliana e lui guardandomi mentre prezzava i canditi mi fa “La ricetta te la do io”. 
Ha tirato fuori una cartella dentro cui erano custodite molte ricette e insieme a quella della cassata me ne ha date alcune altre. 
Dunque, i canditi non piacciono a tutti. In molti tra amici e parenti li detestano. Io invece li amo, specie da quando uso quelli fatti da me o comprati, ma artigianali. Quello che spesso non amo delle cassate è il troppo dolce tra ripieno e glassatura, ma è un mio problema che non amo i dolci stucchevoli. E’ per questo che ho ridotto lo zucchero a mio piacimento. 
L’interno della cassata è un allegro arlecchino, difficile resistergli.
Il risultato mi è molto piaciuto, e oggi ve lo propongo. E’ frutto di una lavorazione a quattro mani tra me e la mia Amica Gelsomina, in un week end in cui è stata ospite a casa mia : ) 
La mia raccomandazione è quella di usare assolutamente una buonissima ricotta (io l’ho presa da un contadino locale) e dei canditi di altissima qualità. Il sapore della vostra cassata dipenderà in particolar modo da questi due ingredienti. 

© Michela De Filio

Ingredienti:

400 g circa di pan di spagna
500 g di ricotta freschissima e di ottima qualità
150 g di zucchero
100 g di gocce di cioccolato fondente
200 g di canditi artigianali misti da tagliare  cubetti
200 g di marzapane

Per la bagna

1 bicchierino di marsala
1 bicchierino di acqua

Per decorare

Glassa (da preparare con 500 g di zucchero a velo e circa 80 ml di acqua)
Canditi artigianali

Procedimento:

La sera prima unite lo zucchero alla ricotta e lasciateli riposare in frigorifero.
Al mattino, unite alla ricotta i canditi fatti a pezzetti e le gocce di cioccolato. 
Amalgamate bene e lasciate da parte. 
Nella teglia che avete scelto, create una base con fettine di pan di spagna alte 1 cm, fino a foderare tutto il fondo. 
Bagnate con la bagna di acqua e marsala.
Create ora delle mattonelle di pan di spagna e di marzapane, bagnando sempre il pan di spagna con la bagna.
Foderate  i bordi, alternando una mattonella di pan di spagna a una di marzapane. 
Riempite con la crema di ricotta
Chiudete ora la superficie con altre fettine di pan di spagna, sigillando bene. 
Lasciate riposare in frigorifero un paio d’ore.
Capovolgete la cassata su un piatto da portata.
Ricoprite con la glassa
Decorate a piacimento con canditi.


23 Responses to Cassata siciliana

  1. Isabella says:

    Tesoro e' stupenda! A me piacciono da morire i canditi e adoro la cassata,lo sai un grosso dubbio che non riesco a togliermi e' che la cassata mangiata in Sicilia o comunque al sud ha un sapore diverso da quella mangiata qui o riprodotta in casa,pur seguendo fedelmente la ricetta il sapore e' diverso come se mancasse un qualcosa,un aroma di fondo che non riesco a capire,compro ricotta dai contadini ma non ha mai quel sapore nemmeno se la prendo nella pasticceria sotto casa ha quel sapore unico! Ora provero' la tua ricetta chissa' che questa volta chiudendo gli occhi il sapore sia quello della Sicilia! Carissima ti abbraccio forte forte e ti auguro di trascorrere un felice weekend! Con affetto :*******

    • Ciao Bellissima mia!
      io ho scoperto i veri canditi da circa due anni….e mi si è aperto un mondo.
      Non potevo immaginare, prima, che potessero essere così buoni quelli artigianali.
      Io la cassata siciliana l'ho mangiata una volta, fatta proprio in sicilia…ma non ti so dire di quale aroma mi parli tu.
      Prova a fare un confronto tra questa ricetta e quella che hai tu e vedi se trovi qualche spunto interessante 🙂

      Ti mando un grande abbraccio, un felice week end anche a te :*:*:*

    • Isabella says:

      Lo sai che cosa non ho fatto non ho condito la sera prima la ricotta e tenuta in frigo tutta la notte chissa' che sia proprio questo riposo a dare il sapore che cerco e non trovo.Poi un'altra cosa che voglio provare e' usare ricotta di bufala,sto aspettando di andare in montagna dove c'e' un contadino che la produce e voglio provarla! Tesoro grazie infinite cassata e cannoli siciliani sono dolci che amo tantissimo.Un bacio grande mia cara amica <3 e grazie per le meraviglie che ci regali :*

  2. Tesoro, come te adoro i canditi e questa cassata lo sai già la amai subito.
    Son felice di vederla, allegra e colorata sul tuo blog.
    Sei un fenomeno.
    Ti adoravo.
    Bacissimi
    Lou

  3. ah …che bomba hai lanciato stamattina!
    foto di una golosità unica.
    e hai ragione, ingredienti di qualità fanno la differenza.
    tu e Gelsomina avete realizzato una splendida cassata.
    dovrai replicare per me…che non l'ho mai mangiata.
    ti abbraccio fortissimamente. ♥

    • E' stato divertentissimo realizzarla….così vivace e così colorata! 🙂
      Dall'inizio dell'anno l'ho fatta due volte….mi sa che mi tocca procedere con la terza! 🙂
      Abbraccissimo per te ♥

  4. Assolutamente spettacolare…

  5. Vabbè, ma che spettacolo!
    Canditi che sembrano gemme su una torta fatta da te che è una squisitezza preziosa più di una corona. Complimenti Miky

  6. Kipepeo says:

    Oh la cassata!!! Forse il dolce che amo di più in assoluto. Mi manca quasi tutto per farla. Ti è venuta molto bella.

  7. Mitica Michela!!! Meravigliosa questa cassata. Approvò la riduzione di zucchero. Anche io non amo molto i dolci stucchevoli mu fanno perdere il gusto per gli altri sapori. Insomma una sensazione difficile da spiegare ma mi sembra che si copra tutto quando una cosa è troppo dolce. Detto questo mi segno questa meraviglia!
    Baci
    Alice

  8. Michela credimi sono estasiata! E' una meraviglia, perfetta e l'hai "dipinta" divinamente :). Hai ragione, c'è un abisso tra i canditi comprati al centro commerciale e quelli artigianali….guarda che meraviglia, viene volgia di ddentarli così come sono. Un abbraccio cara

  9. Akina says:

    Quei decori fatti con la glassa la fanno sembrare un dipinto.
    Quella frutta candita rende la torta preziosa.
    E l'interno così colorato mette allegria.
    E' così bella.
    E poi non è da tutti riuscire a strappare una ricetta al titolare di un negozio.
    Generalmente queste ricette tipiche si custodiscono molto gelosamente.
    Un saluto
    Sara

  10. paola says:

    ottima ricetta ,golosa.buonissima, grazie di avercela regalata

  11. Ma è stupenda! E sicuramente buonissima!
    Ho un ricordo molto particolare legato alla cassata, risale ad una venticinquina d'anni fa…e questo non mi piace tanto!
    E' la Sicilia di Taormina, e la pasticceria migliore che faceva cassate e cannoli da favola, e me le spediva persino a Roma!
    Il segreto è proprio la ricotta, hai ragione, ed i canditi, naturalmente, anche in Sicilia li sanno fare bene.
    Bravissima, un risultato eccellente <3 :*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *