Tartellette alla frutta

clicca sulle immagini per ingrandirle
In questo periodo di caldo, queste tartellette sono una vera goduria: fresche, mono porzione, godibili anche dopo un pranzo della domenica. 
Mi aveva colpito la copertina del libro di Montersino, “Peccati di gola”, dove il noto pasticcere tiene in mano dolcetti simili a questi. Da tempo mi ripromettevo di provare a farli, ma avevo sempre rimandato. Meno male che mi sono decisa. 
Dolce semplice: una frolla, una crema, della frutta. Stop. 
Facile la realizzazione, delizioso il risultato, gradevoli alla vista. 
Così è come le ho realizzate io 🙂
© Michela De Filio 

Ingredienti per circa 20 tartellette:

Per la pasta frolla

250 g di farina
120 g di burro
80 g di zucchero a velo
2 tuorli
Zeste di un limone non trattato

Unite tutti gli ingredienti e lavorateli insieme per pochi minuti. 
Formate un panetto e lasciatelo riposare in frigorifero almeno 30 minuti
Stendete la frolla con un mattarello e ricavate i dischi della giusta misura secondo i vostri stampini. 
Disponete i dischi negli stampini e infornateli in forno caldo a 180° fino a doratura. 
Sfornate e lasciate raffreddare.

Per la crema pasticcera

250 g di latte intero
60 g di zucchero
22 g di farina
3 tuorli
1 bacca di vaniglia

Estraete i semini dalla bacca di vaniglia, uniteli al latte e scaldatelo su fuoco dolce. 
Sbattete i tuorli con lo zucchero, a parte, e quando saranno spumosi, aggiungete a pioggia sottile la farina.
Aggiungete lentamente il latte al composto di uova e zucchero, continuando a sbattere.
Mettete sul fuoco a fiamma bassa, continuando sempre a mescolare, fino ad ottenere la consistenza desiderata.

Per decorare

Frutta a piacere (io albicocche sciroppate e ciliegie fresche)
Gelatina per torte in spray

Per il montaggio

Riempite le tartellette con la crema pasticcera
Decorate la superficie con la frutta.
Laccate la superficie con gelatina spray
Riponete in frigorifero fino al momento di servirle

23 Comments
POSTED IN: ,


23 Responses to Tartellette alla frutta

  1. deliziose queste tartelette! il formato mignon le rende davvero irresistibili.
    io non faccio mai questi formati perchè ho pochi stampini, e uno diverso dall'altro…urgono acquisti?!? :-p
    ma l'altra sera ho fatto una frolla farcita di crema pasticcera e pesche, da regalare…in questa stagione crema e frutta rendono estiva ogni crostata.

    e poi, le tue bellissime foto danno una marcia in più alle tue preparazioni!!!!
    un abbraccio forte (e ora so che significa) ♥

    • Urgono acquisti Ele!!! 🙂 una pasticcera come te non può non essere munita dei giusti stampini 😀
      Anche con le pesche devono essere buonissime…la frutta con la frolla mi fa impazzire :))

      E' stato bellissimo abbracciarti…e abbiamo solo iniziato! ♥

      Grazie di cuore per tutto ♥

  2. Ciao Michela, sono bellissime.
    Anch'io ho il libro del fantastico Luca Montersino e avevo provato a farle tempo fa. Con lui è impossibile sbagliare, davvero impossibile. Le tue foto sembrano le sue, davvero, sono bellissime e, soprattutto, perfette. Complimenti.
    Questa è perfezione!!
    Buona giornata,
    Tiziana

  3. Alessandro says:

    io li ho mangiati ed erano ottimi.
    pasta frolla perfetta, friabile, morbida si scioglieva in bocca; una crema pasticcera alla vera vaniglia magnifica. Un capolavoro come tuo solito. Un grande abbraccio Miky.

  4. Luisa Piva says:

    ma che meravigliaaaa… la frolla, la crema.. tutto perfetto!

  5. Akina says:

    Subisco sempre il fascino delle torte di frutta, tarte e tartellette..le versioni mini da mangiare in un boccone mi piacciono anche di più. e subisco anche il fascino delle tue meravigliose foto.
    La crema pasticcera ha una consistenza fantastica..si vedono anche i semini della vaniglia..che spettacolo!..solo un chiarimento: 45 g di farina per 250 g di latte mi sembrano tanti.
    Un saluto e buona giornata
    Sara

    • Ciao Akina!
      Meno male che me lo hai fatto notare…perché per queste tartellette avevo dimezzato una dose e non ho dimezzato la farina nello scrivere!
      Ora lo correggo :))

      Io adoro vedere i semini della vaniglia :))

      Grazie per i complimenti e uncaro saluto a te.
      A presto!

  6. Isabella says:

    Stella tu mi leggi nel pensiero,sono tra i dolci preferiti di mio figlio grande e pensa mi viene da ridere perche' la tua ricetta della crema e' uguale alla mia anche se l'ultima volta che ho fatto la creema non ho usato farina ma amido di mais e mi sembra sia venuta meglio o forse era solo una coincidenza 😉 La differenza e' che le tue tartellette sono perfette sembrano dipinte mentre io belle come lectue non riesco proprio a farle! Tesoro ti mando un bacio grande e ti faccio i complimenti per tutte le meraviglie che prepari :****

    • Ciao Stella, si si può usare anche l'amido di mais 🙂 Sono certa che le tue siano buonissime….non nutro dubbi.
      In questo periodo amo le frolle con la frutta…mi fanno impazzire!
      Tesoro, passa un bel fine settimana.
      Ti abbraccio e ti bacio, e grazie della tua presenza :* :* :*

  7. Tesora arrivo tarda ma ci sono 🙂
    Eccomi qua ad ammirare la grazia delle tue tartellettes…le adoro.
    Fresce, delicate.
    Bravissima
    :*
    Baci a catinelle
    LOu

  8. Finalmente sono tornata in possesso del mio pc e sto facendo il giro per leggermi tutto quello che mi sono persa in questi giorni … bellissimi i tuoi dolcetti, semplici e goduriosi. Girovagona hai finito di andartene in giro per l'Italia? 🙂 Un grande bacio

  9. Michela, deliziose queste tartellette. Hai proprio ragione, dopo il pranzo domenicale fanno la loro bellissima figura. E quindi domenica le proverò (in versione glutenfree)!!
    Baci,
    Ellen

  10. m4ry says:

    Ammoreeeeee e una tartellettina per la tua amichetta è avanzata ??? Mamma mia, ora ci starebbe proprio bene 😉
    Ti abbraccio dolcezza !

  11. Ci sto pure io….mica mi lascerai…a bocca asciutta….sono in campagna 2 giorni di tregua ed ho raccolto le albicocche…oggi si marmella ma con le piu belle ci farò le tue tartellette ! Ti sono venute perfettamente incomparabilmente …merabiliose !bacetti Paola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *