Sciroppo di sambuco

clicca sulle immagini per ingrandirle
Quando sono stata in Svizzera a trovare Lou, ho avuto il piacere di trascorrere una bellissima serata, ospite a cena dai suoi genitori. Ascoltando della buona musica, mangiando delle ottime pietanze cucinate per noi dal Papà di Lou, io e Mamma Jane abbiamo parlato molto di cucina.
Ed è stata proprio lei a suggerirmi lo sciroppo di sambuco. E non solo questo (ma poi vedrete prossimamente).
Il discorso è nato parlando di tutte le piante che curano i miei nella loro campagna. E proprio vicino agli alberi di acacia, ci sono delle piante di sambuco che in questo periodo sprigionano il loro profumo e regalano alla vista questi fiorellini minuscoli e bianchi.
Ecco come è nato questo sciroppo. 
Uno sciroppo rinfrescante e dissetante da consumare diluito in acqua. 
Si accompagna bene con menta fresca e limone.
  © Michela De Filio 

Ingredienti:

10 fiori di sambuco
1 lt di acqua
500 g di zucchero
50 g di aceto di mele
2 limoni senza trattamenti

Procedimento:

Portate a bollore un litro di acqua. Spegnete e lasciate raffreddare.
Raccogliete i fiori di sambuco, scrollateli delicatamente e assicuratevi che non abbiano insetti tra i rami. 
Mettete l’acqua fredda in un barattolo sufficientemente grande per contenere tutto. 
Immergete i limoni divisi a spicchi, l’aceto, lo zucchero e i fiori.
Mescolate e sigillate.
Lasciate riposare 4/5 giorni in un pensile, mescolando di tanto in tanto.
Filtrate lo sciroppo, portatelo a bollore in una casseruola.
Lasciatelo bollire 7/8 minuti
Filtrate e imbottigliate
Lasciate raffreddare completamente e conservate in frigorifero.

***
E intanto il 17 è stato il compleanno della mia Amica Lou
e questi sono i miei auguri spettinati per lei 



27 Responses to Sciroppo di sambuco

  1. Isabella says:

    Cara Michela questo sciroppo mi incuriosisce tantissimo! Auguri alla tua amica e un bacione a te :*****

  2. Tesora hai fatto il post!!!
    Ma lo sai che quest'anno credo proprio i miei non lo abbiano fatto lo sciroppo?
    Mannaggia…devo chiedere a mia mamma…sempre troppo presa in troppe cose…uffffff
    Sei stata bravissima e sono felice ti piaccia.
    Le granite estive della mia infanzia sanno di sambuco.
    Bei ricordi
    Ti mandavo un abbraccione energetico per l'inizio di questa settimana
    Baci a profusione, ed è il caso di dirlo anche in infusione!!!!
    <3
    <3
    <3

    • Si, ciccia 🙂 perché i fiori a breve non ci saranno più e volevo rispettarne la loro stagionalità.
      Che bellissima dritta mi ha dato tua Mamma!
      Come tu sai, mi piace molto il fatto che la natura sia una così grande risorsa….e la casa in campagna dei miei è davvero un paradiso di occasioni.
      Ti abbraccio come si deve, buon inizio di questa dura settimana.
      Ce la facevamo, Amica mia :*:*:*

      <3

  3. buongiorno Michi!!!!
    che bello vederti!!!! 🙂
    io non ho ancora provato a fare lo sciroppo…chissà se riesco a non farmi scappare i fiori…(ieri avevo pensato di friggerli…ma poi presa da altro non li ho più fatti).
    bacio grande, buona settimana. 🙂

    • Ciao Ele, provalo! A noi piace molto. Con menta e limone diventa una sciccheria…poi conoscendoti, non ho dubbi che ti possa piacere 😀
      Comuqnue si fanno anche fritti…anche se io non li mai assaggiati.
      Un bacio grande a te! :*

  4. Che bello lo sciroppo di sambuco! Io non lo saprei riconoscere in natura, mi servirebbe una passeggiata con te 😉

  5. Michela sei troppo forte e immagino la tua amica Luisa nel vedere gli auguri per lei qui. Non ho mai fatto questo sciroppo e mi hai messo una grande curiosità di provarlo, baci grandi.

  6. Ci sono delle amiche che proprio si deve essere felici di avere, come credo sia per la tua Lou! Ricevere degli auguri così belli è per pochi 🙂
    Ti bacio forte Michi, il tuo sciroppo non lo assaggerei ma mentre lo sorseggi tu io posso fare altro ^_^ tipo mangiare un po' del tuo pane che tanto bramerei assaggiare!
    Berry

  7. m4ry says:

    Chissà se riesco trovarli questi fiori…l'idea di questo sciroppo mi piace parecchio. Pensa che nonostante faccia ancora freschetto, ho già cominciato a preparare tisane dissetanti da tenere in frigo…mi vien da ridere perché in realtà, più che di dissetarsi, ci sarebbe bisogno di una bella coperta…Grazie per l'idea, sei come sempre preziosa ! Ti abbraccio :*

  8. Simona Mirto says:

    Le foto sono spettacolari… hanno una luce meravigliosa come quella che c'è nel tuo sguardo… Ecco altri fiori che non ho mai mangiato! ma a differenza di quelli di acacia, ho sentito molto parlare di questo sciroppo… ma secondo te c'è speranza di trovarli questi fiorellini qui da me? intanto sogno il tuo sulla scia di queste foto che mi hanno riempito il cuore… ho visto che hai pubblicato altre cose buone tra cui una pizza… in serata vengo a leggermi il resto… adesso scappo a preparare la cena prima che Gin si addormenti… ti abbraccio amica mia… a dopo:**

    • Simona Mirto says:

      ps appena letto il tuo commento.. vabbè ci scriviamo anche le stesse cose nello stesso momento… 😀 passo più tardi ri-abbraccio <3

    • Tesoro, ormai siamo telepatiche…ci scriviamo le stesse cose nello stesso momento 😀
      Simo, assolutamente si…credo che tu possa trovare questi fiori con facilità nelle tue vicinanze. Le campagne romane ne sono piene. Io sono privilegiata, ce li ho in campagna dai miei, ma vedrai non avrai nessuna difficoltò a trovarli.

      Queste foto sono tra le prime con la nuova reflex e sono soddisfatta dell'acquisto…sono stata troppi mesi senza. Grazie anche a te, che sei stata una preziosa fonte di informazioni utili.
      Adesso per un periodo si accavalleranno foto miste, perché ho alcune cose pronte, fotografate con il cellulare…..ma sono contenta.
      Fotografare con la reflex e con uno splendido obiettivo, fa la differenza 🙂

      Ti abbraccio e grazie infinite di tutto :*:*:*

  9. Cara Micki mi unisco al coro, le foto sono un delirio di bellezza. Mi piace molto sambuco….provo a vedere se lo rimediio …sono a lavorare in campagna in questi giorni.
    Un grande abbraccio
    Paola

  10. E poi di aggiungere champagne in vetro con sciroppo di sambuco!

  11. Cecilia says:

    Cara Michela, questo sciroppo su da noi si usa tanto (dico su, ma non siamo poi tanto su, é solo l'appennino tosco-romagnolo!). Io lo faccio tutti gli anni, ma sai qual é il suo uso più tipico? L'aperitivo alcolico!!!! Ed é una squisitezza. Si prende una parte di sciroppo, due parti di vino bianco fermo e tanto ghiaccio. Prima di servire due belle dita di acqua frizzante. Sul fondo del bicchiere mettiamo poi qualche bacca di ribes oppure un paio di more oppure due fragoline di bosco (in alternativa mezza fragola a cubetti). C'é chi ci pasteggia!! Provalo che é splendido. Il rapporto acqua-sciroppo e la quantità di vino comunque sono molto personali! P.s. Se hai i fiori di sambuco a portata in questo periodo sono ottimi impastellati e fritti. Cecilia

    • Carissima Cecilia, ma è meraviglioso!!! Solo a sentirtene parlare ne immagino il sapore ….e allora, anche se non sono solita bere vino, sicuramente lo proverò!!! Grazie per il fantastico consiglio :)))
      Invece che si fanno fritti, lo so. Ma ancora non li ho provati 🙂

      Un bacione Cecilia, grazie! :*

  12. Ti dirò che non lo conoscevo ma mi incuriosisce molto, beata te che hai la possibilità di reperire questi fiori che tra l'altro sono bellissimi. Un bacino tesoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *