Mousse al cioccolato fondente e nocciole delle langhe


La prima cosa che vorrei dire è che amo i dolci in bicchiere. Specie se in bicchierini. Perché è un modo per non farsi mancare il dolce, senza avere troppi sensi di colpa. 
Magari è domenica e magari avete avuto un pasto completo….il dolce in bicchierino chiude il vostro pranzo senza appesantire eccessivamente. 
Monoporzione, pratico, bello. 
Per questo ho voluto fare un piccolo investimento e comprare dei bicchierini in vetro da usare solo per i miei mini dessert. Per non dover ricorrere sempre a quelli in plastica (belli, sì, ma monouso).
Per ciò che riguarda la ricetta, invece, avevo dei tuorli pastorizzati e della meringa italiana in congelatore, preparati quando dovevo smaltire nell’ordine tuorli e albumi. 
Già l’ho detto che sono una che ama avere in congelatore queste basi pronte, perché permettono di preparare dessert sfiziosi anche all’ultimo momento, senza faticare troppo. 
Così è accaduto per questi bicchierini: tuorli e meringa erano pronti, nella dispensa avevo una discreta quantità del mio cioccolato fondente preferito e delle ottime nocciole tostate delle langhe, acquistate nella mia trasferta piemontese (mi piacerebbe molto trovare le parole per spiegarvi cos’è il sapore di queste nocciole…). Ho dovuto solo aggiungere la panna, e il mio dessert è stato un gioco. 

*Ingredienti per 10 bicchierini
 © Michela De Filio 

Ingredienti:

200 g di cioccolato fondente di alta qualità
80 g di tuorli pastorizzati (qui)
60 g di meringa italiana (qui)
300 g di panna fresca montata
2 cucchiai di rum
1 bacca di vaniglia

Per decorare

200 g di panna fresca montata
Nocciole tostate

Procedimento:

Sciogliete il cioccolato a bagno maria
Unite ai tuorli pastorizzati i semini di una bacca di vaniglia e due cucchiai di rum, quindi amalgamate con dolcezza al cioccolato
Incorporate la meringa italiana con una spatola con movimenti rotatori dal basso verso l’alto
Allo stesso modo, incorporate la panna
Inserite il composto in una sac a poche con beccuccio liscio rotondo.
Riempite i bicchierini
In un’altra sac a poche con beccuccio a stella, inserite la panna della decorazione e completate i bicchierini
Sbriciolate le nocciole e fatele scendere a pioggia sulla panna
Mettete in frigorifero e lasciate rassodare un paio d’ore, o fino al momento di servire.


43 Responses to Mousse al cioccolato fondente e nocciole delle langhe

  1. Che goduria questo dessert! Semplice e d'effetto 🙂
    Le nocciole sono proprio un tocco di 'gusto'.
    Lo proverò 😀 :*

  2. Simona Mirto says:

    Sai che anch'io amo molto i bicchierini, non solo, anche acquistare compulsivamente nuovi props per presentarli! :))) Mi piace tutto. Dalla panna al cioccolato fondente, dalla tua dispensa ordinata, al tuo modo di inventare e proporre… mi sarebbe piaciuto essere tra i dieci amici della tavola posso dirlo? :*
    ti abbraccio stella:)

    • Simo, anche a me piacciono molto gli accessori da cucina, anche se a volte devo mettermi un freno, che non so più dove mettere le cose 😀
      Per me saresti un'ospite d'onore, tesoro mio :*
      Ti abbraccio più forte che posso ♥

  3. Isabella M. says:

    Adoro le mousse la provero' di certo,io vivo nel viterbese e anche le nostre nocciole sono molto buone e quindi provo la ricetta con i prodotti della mia zona ;)))
    Buona giornata cara ^__^

    • Isa!! che bella coincidenza. Proprio in questi giorni un mio collega mi ha parlato molto delle nocciole del viterbese (ne stavamo parlando per lavoro). E sono molto di assaggiare le vostre tonde gentili :)))
      Se la provi, fammi sapere.
      Un abbraccio e buona giornata a te :))

    • Isabella M. says:

      Se le provi non resterai delusa sono eccellenti,domenica ho fatto una torta di nocciole con glassa al cioccolato era buonissima! La tua mousse la provero' di sicuro i dolci al cucchiaio sono tra i miei preferiti! Un bacione ;)))

  4. Come , come resistere?? Dicono "finiscimifammismetteredisoffrire" !!!!!
    Amo i tuoi dolci al bicchiere, ma anche tu però…fondente, nocciole, rum…dillo che mi vuoi ai tuoi piedi!!!
    T'abbraccio spettinata ♥

  5. E lo dici a me che sono un'amante delle monoporzioni? I bicchierini ė da un po' che non ne faccio… Rimedio questo we, tanto la ricetta me l'hai data ^^

  6. le mousse sono così golose, difficile resistere.
    e danno mille possibilità di variare gusti e abbinamenti!
    la tua proposta, è di sicuro una di quelle a cui ben pochi possono riuscire a dire di no!!! panna, cioccolato, nocciole (buone!!!)…
    ne desidero un bicchierONE!!!

    acquisto azzeccatissimo quei bicchieri a doppio fondo. ♥♥♥

    • Ciccia, come dici bene!!! Alla fine si possono variare in mille modi…e poi essendo così facili da fare, sono una buona via di fuga quando bisogna fare un dessert curato ma che non porti via troppo tempo 🙂

      Io e te moriremo affogate dentro qualche dolce, me lo sento 😀
      Una mousse ci seppellirà :D:D:D
      ♥♥♥

    • oh sarebbe un dolce morire!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      scusa ma sto trattenendo le risate…ho immaginato la scena.
      :-)))))

  7. Flavia D D says:

    Da mangiare anche con gli occhi…e i bicchierini sono davvero deliziosi,non solo la mousse 🙂

  8. Luisa Piva says:

    le migliori nocciole che esistano.. buonissime
    e questi biccheirini sono golosi e stupendi..raffinatissimi
    baci

  9. Chiara says:

    *_* no vabbè, credo che sarà un'altro dolce al cucchiaio che rifarò.
    mi fa venire una voglia assurda, semplice anche nella preparazione 🙂
    buonoooooooooooooooooooooo!!!

  10. Ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh si Michela mia…si. Tu dici a me che sono "saggia"? Tu cosa sei allora con queste meraviglie meravigliose alle 16.26? Sei sadica! Ecco! Così non vale! Io adesso soffrirò fino a quando non potrò affondare un cucchiaino in questa mousse così libidinosa…magari insieme a te ♥ Non sarebbe bellissimo?

  11. Hai proprio ragione,i bicchierini sono il giusto compromesso, il dolce si ma in formato mignon . Anche se di questa mousse ne mangerei 5 o 6 di bicchierini.

  12. Kipepeo says:

    Nemmeno io trovo le parole per descrivere il sapore delle nocciole langarole ma capisco perfettamente di che cosa parli. E che non ci senta Gambetto che difende a spada tratta le tonde gentili romane! A dire il vero buonissime anche quelle, io ne sto centellinando due chili, prezioso bottino del mio ultimo viaggio a Roma.

    • Cara Kipepeo, sai di cosa parlo. Quelle nocciole che, tostate, si sciolgono in bocca. A torino ne ho comprato un bel sacchetto che sto centellinando per le mie preparazioni. Sono un sogno da gustare.

      Io, come scrivevo poco più sopra a Isa, non ho mai assaggiato le tonde gentili del viterbese. Proprio qualche giorno fa ne parlavo con un mio collega. Di fatto non ne ho mai avuto grande necessità, perché mia zia da Napoli ce ne ha sempre fornite in quantità. Lei ha gli alberi che fruttano molto. Fin da bambina ho sempre mangiato le loro nocciole.
      I miei genitori anche ne hanno a casa una pianta, ma è una sola e quando arrivano non bastano mai.
      Che poi….bisognerebbe anche parlare della meraviglia delle nocciole colte dall'albero, a coppie di due, con la loro bellissima copertina verde che le rende irresistibili ai miei occhi.
      Presto parlerò anche delle noci dei miei genitori. Un altro sogno su cui spendere parole.

      Shhhhhh, non parliamo ad alta voce che Gambetto ci sente 😀
      (ma sono certa approverebbe, tutto sommato).
      Ti abbraccio, cara.

    • Gambetto says:

      Ma tu guarda cosa arriva alle mie orecchie! 😀
      Mò è una tragedia…lo sapete vero?! ahahahahahhhahaahahaha :DDDDDDD
      Scherzi a parte, ho spesso difeso la tonda gentile romana perchè non ha lo stesso risalto di altre nocciole ma mi limito a questo, mi piace riconoscere la qualità dei prodotti indipendentemente dal loro blasone. Detto ciò, vi posso capire in pieno, le nocciole tostate quando sono di alta qualità, almeno a me, se non le uso per un dolce subito…le finisco nel giro di pochi giorni rischiando la morte gastrointestinale….:D

    • ahhahahahaha, ci siamo fregate con le nostre mani 😀
      Mannaggia a' capa nostra!!! 😀

      Siamo comunque tutti d'accordo che le nocciole delle langhe sono un prodotto di altissima qualità….pace fatta 🙂

  13. Oddio tesoro, la mousse!
    GUarnita poi con nocciole di qualità superiore e qel ciuffo di panna che no guasta.
    Il mio corpo manda segnali che la mia agopunturista non apprezzerebbe 😀
    Di corsa ho gustato la tua ricetta.
    Ma sai che dieci anni fa non facevo che mousse al cioccolato?
    Devo ricominciare, che ci inventiamo una cosa io e te te e io con la cioccolata sfitzera?
    Ti abbracciav fortemente!
    Bacissimi e buon venerdì
    Dai dai dai
    <3

  14. Ale says:

    miky ma che bontà è mai questa? adoro la mousse e questi bicchierini sono un vero peccato goloso! bravissima!

  15. Maya says:

    Buongiorno Michi, con tutto che non sono amante del cacao tu hai saputo trasformarlo in qualcosa di così allettante. Bravissima Michi come al solito. Un abbraccio

    • Ciao cara Maya, io adoro invece il cioccolato fondente.
      Comunque puoi provare altre varianti, se l'idea di una mousse in bicchiere ti piace 🙂

      Ti mando un abbrccio e ti auguro buon fine settimana :*

  16. Da amante di caccavelle che si rispetti, prima ho guardato i bicchierini ahahahaha, ma quanto sono belli che sembrano due, uno dentro l'altro??? ma poi la mia attenzione si è subito spostata al contenuto…mmmhh cioccolato fondente e pochissimo zucchero, quel dolce amaro mitigato dalla panna, proprio come piace a me!
    buon weekend cara 🙂

  17. Patty Patty says:

    (affanno!) Michè alla fine arrivo anche io… mica no? Fantastici questi bicchierini, che delizia!!!! Beh, non avrò i bicchierini, non avrò neanche la mousse… ma quelle cannucce le ho, ora le ho pure io!!!!! 😀 Un buon fine settimana stella mia, un bascione!!!

  18. Eccomi Michela!!! Sono proprio goduriosi questi bicchierini, hai ragione, ti obbligano a fermarti ad un certo punto 😀
    Proprio un'ottima idea prepararsi la meringa e congelarla, non ci avevo mai pensato!
    Bravissima come sempre mia cara <3

  19. Nocciole e cioccolato è sempre un ottima combinazione. Interessante il fatto che pastorizzare i tuorli d'uovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *