Fette biscottate all’orzo

clicca sulle immagini per ingrandirle

E’ chiaro che il pensiero da fastidio
anche se chi pensa è muto come un pesce […]
Il pensiero come l’oceano
non lo puoi bloccare
non lo puoi recintare 
                                                                   | Lucio Dalla – Com’è profondo il mare |

                                     

Era un bel po’ che non facevo da me le fette biscottate. Le avevo fatte qui, vi ricordate? Poi un giorno, durante una chiacchierata con i miei amici di Napoli, dove tanto per cambiare si parlava di impasti, mi è venuta in mente l’idea di riprodurre le fette biscottate all’orzo. Le ho fatte un paio di volte, con piccoli aggiustamenti, e oggi vi presento la ricetta.
La lieve presenza di burro dona un gradevole odore, senza appesantire l’insieme. 

L’impasto naturalmente si può fare anche in modo diretto, come la mia prima prova che vi inserisco di seguito. Il secondo tentativo invece fatto con un pre impasto fatto la sera, così da poter cuocere il giorno dopo a pranzo (pre impasto fatto con 150 g di farina, 150 g di latte intero e 50 g di pasta madre).

Si può impastare anche a mano.

Per chi volesse usare il lievito di birra, ne può usare 2 g nel pre impasto oppure 6/8 g in impasto diretto.

© Michela De Filio

Ingredienti x 2 stampi 26×11:

600 g di farina 00
200 g di latte intero
160 g di acqua
80 g di lievito madre
60 g di zucchero
30 g di burro
10 g di malto d’orzo
8 g di sale
3 g di orzo solubile

Per pennellare


1 albume

Procedimento:

Sciogliete il lievito madre in un po’ del latte dell’impasto. 
Nella planetaria inserite tutta la farina, il malto, il lievito sciolto e tutto il latte.
Iniziate ad impastare a bassa velocità per circa 5 minuti
Unite alternandoli lo zucchero e l’acqua, fino ad esaurirli.
Aumentare di poco la velocità e quando l’impasto è incordato, inserire il burro in piccoli pezzi, facendolo assorbire bene. 
Ribaltare un paio di volte l’impasto all’interno della planetaria con l’aiuto di una spatola. 
Aggiungete il sale e lasciatelo assorbire.
Rovesciate l’impasto su un piano da lavoro leggermente infarinato e fate poche pieghe stretch and fold.
Dividete l’impasto in due pezzi, uno dei quali poco più grande della metà.
Il pezzo più grande, arrotondatelo e ponetelo a lievitare in una ciotola coperta bene da pellicola. 
Il pezzo più piccolo, rimettetelo in planetaria con l’orzo solubile e lavoratelo finché l’orzo non sarà distribuito uniformemente. 
Arrotondate anche questo impasto e ponetelo a lievitare come quello più grande. 
A raddoppio avvenuto, su un tavolo leggermente infarinato, stendete con il mattarello tutti e due gli impasti, formando due rettangoli.
Sovrapponete quello all’orzo su quello bianco, quindi arrotolate per il lato lungo.
Dividere a metà il cilindro e dividere i due impasti in due stampi da plum cake foderati di carta forno. 
Fate raddoppiare coperti da pellicola, poi pennellateli con albume, quindi cuoceteli in forno statico a 200° fino a cottura (circa 35 minuti). 
Lasciate raffreddare per qualche ora su una gratella, quindi tagliate a fette sottili e tostate in forno a 100° fino a doratura.

E la meravigliosa gelatina di cotogne di mia Mamma :’)

                                                          E le fette regalate a Chiara :’) 


                                                            E le arance di mio Papà :’)




******
Questa ricetta va in dono alla raccolta di questo mese di 
Panissimo
di

58 Responses to Fette biscottate all’orzo

  1. Non so aspettarti più di tanto
    Ogni minuto mi dà
    L'stinto di cucire il tempo
    E di portarti di qua
    Ho un materasso di parole
    Scritte apposta per te
    E ti direi spegni la luce
    Che il cielo c'è …
    ti rispondo in rima bella susina!
    le tue fette biscottate sanno di leggiadro. potrebbero stare in un libro di fiabe. di quelli di principesse e principi.
    grazie grazie grazie.
    Sandra

    • Dalla era un genio indiscusso, Susina. In questo periodo sto ascoltando solo lui. I testi nascondono perle di denuncia sociale, di storie di vita vissuta, di poesia. Grande Uomo.

      Ti bacio soffice :*

  2. Meravigliose queste fette! Belle da vedere e buonissime da inzuppare nel latte 🙂
    E le foto sono stupende, come sempre.
    Un abbraccio :* <3

  3. Ma sono meraviglioseeeeeeeeee!!!!!! Bravissima!!

  4. Flavia D D says:

    Che spettacolo gli impasti,la preparazione…immagino la fragranza…mmmm
    Troppo brava come sempre <3

  5. ciao Michela, questo tuo post è proprio un bel buongiorno!
    Lucio Dalla e queste fette biscottate meravigliose.
    cùChe delizia!!! Vorrei provare a farle. Non so quando, tra le tante cose che vorrei fare, ma queste mi attirano proprio!
    (ma come faccio per la gelatina di cotogne della tua mamma?)

    🙂 un baciotto!!!

  6. Tamara @ says:

    Le fette sono bellissime buonissime, ma le foto ancora di più!
    la gelatina e le arance sono dolcissime….

    ti abbraccio 🙂

    • Cara, grazie di cuore :)) La gelatina essendo opera di mia Mamma è una garanzia. Le piante da frutta invece la passione di Papà, che cura in modo maniacale (ci parla pure!) :))

      Un abbraccio stretto :*

  7. Ti son venute proprio bene! Anche io è una vita che non le faccio. Grazie per il bellissimo post. Buona giornata

  8. Francesca P. says:

    Il pensiero è libero come un gabbiano… vola da solo e noi possiamo solo seguirlo… un pò come il cuore, no? 😉
    Che bella soddisfazione fare colazione con le proprie fette biscottate! Se poi ci spalmi marmellata sempre fatta in casa, un doppio piacere! 🙂

  9. Francesca says:

    E' da sempre che vorrei sfornarle queste fette!
    IL tuo post mi suggerisce che il momento giusto è arrivato 🙂
    Mi piaceva anche l'idea della variante al cacao invece dell'orzo, che ne pensi?
    un abbraccio Michi!

    • Francy, trovo che l'idea del cacao sia una buonissima idea. Perché non provi e mi fai sapere?
      Pensavo anche a un mix, perché no, con della cannella.
      O magari un mix cacao e vaniglia pura.
      Ci si può sbizzarrire!!! 🙂

      Fammi sapere, un abbraccio tenace :*

  10. Luisa Piva says:

    bellissimo l'intro…
    vola vola libero il pensiero.. così dovrebbe essere.
    mi piacciono ste fette.. ma parecchio. purtroppo dovrei accontentarmi della versione con l di birra.. ma cmq deliziose
    bravissima

  11. Ma che belle che sono! Mi hai fatto venir voglia di provarci!

  12. Sono davvero fantastiche Michela! Complimenti, prima o poi ci riuscirò anch'io ^_^
    la zia consu

  13. Patty Patty says:

    Michè che belle queste fette…. ma la meraviglia delle arance di papà tuo non ha pari… bellissime, fatte con un sacco di amore… E la gelatina di cotogne di mamma??? Siete una famiglia piena d'amore… lo sai che è stata una delle cose che più mi colpì quando entravo le prime volte qui? Mi ricordo le tue parole sull'olio di tuo padre e l'amore per la terra… Sei splendida Michè… incontriamoci presto! Un bascione!

    • Tesoro mio, nessuna mia preparazione vale le piante di mio Papà. Ne ha tante, tutte curate in modo maniacale. Lui è un giocoliere anche degli innesti. Un giorno ci farò un post :))
      Mi fa tanto piacere che tu ricordi il post sull'olio…..

      Patrì, a febbraio torno a Napoli, se il venerdì sei libera potrei fermarmi a Caserta prima ….sarebbe bellissimo e avrei un piacere infinito a conoscerti :))) Poi ti scrivo :*

  14. Le fette biscottate fatte in casa?! Michela solo tu potevi regalarci una meraviglia del genere… e come sempre foto splendide!
    Buona serata, Michela

  15. Maria Teresa says:

    Michela!!!!!!!!!

    Queste fette arrivano giuste giuste per riprendere una sana colazione dopo "qualche" eccesso nel periodo festivo…
    Dopo i panettoni ho lasciato che la mia p.m. riposasse un pochino ma ho del li.co.li bello arzillo che attende di mettersi all'opera!!

    Mi dici con che quantità di farina hai fatto il pre-fermento????
    Grazie;)))

    p.s. le tue foto??? chettelodicoaffà 😀 😀 😀

    • Ciao Dolcezza…ma sarò cretina? ho dimenticato di scriverlo….stasera aggiungerò nota al post.
      Io ho provato in entrambi i modi: impasto diretto e preimpasto.

      Il pre impasto l'ho fatto con 150 g di farina 🙂

      Fammi sapere se le provi.

      Ti abbraccio forte forte…ma forte eh! :))

    • Maria Teresa says:

      E certo che ti farò sapere!!!!

      Mi metto all'opera stasera stessa…:)))))
      Anche io ricambio il tuo abbraccio forte forte!!

  16. Silvia Pesce says:

    fantastiche 🙂 devono essere molto meglio di quelle comperate!! devo assolutamente provarle 🙂
    un bacio!
    Silvia

  17. Tu mi stupisce sempre di più Michi ducia :*

  18. Isabella says:

    Sono meravigliose,complimenti sei bravissima! ;)))))

  19. Le mie fette biscottate preferitissime fatte dalla mia menestrella preferitissima ♥ Me ne porti una qui in ufficio?
    Ti abbraccio tesoro mio

  20. Davvero belle Michela, mi hai fatto venire voglia di una colazione fuori orario….ciao!

  21. Mentuccia mamma mia che meraviglia!
    Mai fatte le fette…dovrò provare.
    Qua in sfitzera ne fanno un tipo che non sono leggere come quelle italiane, gli zwieback (dallo sfitzerotetesko "doppiamente cotti") son belli corposi
    Mamma mia intinti nell'ovomaltina
    Ahhahhha la sagra del cliché!
    Tesora, ti leggo sempre con immenso piacere lo sai.
    Ti mando un abbraccio grande e mille baci
    Tua favetta

    • Mmmmm, Favetta non sfruculiare la mia curiosità di scimmia sapiens 😀 che poi mi tocca provare le cose teteske 😀
      Zwieback e ovomaltine mi sembra decisamente punk 😀

      Ti adoro, e non poco ♥

  22. Micky, ma se le faccio con il lievito di birra?
    Quanto ce ne devo mettere, cosa cambia???
    Adoro le fette al malto d'orzo…le devo fare amica mia…
    Adesso vedo che fare, se mettere in cantiere il lievito madre o se fare prova con quello di birra…o quello secco??? Ho quello secco in dispensa…che dici??
    Un bacione grosso, Roby <3 <3 <3

    • Roby, ho scritto nella prefazione che puoi fare tranquillamente con lievito di birra 🙂
      Dunque, ti suggerisco: fai un impasto diretto come indicato nella mia ricetta. Se usi il lievito di birra fresco, usa 8 g. Se usi il secco, usane 3/4 g.

      Usando poco lievito di birra avrai comunque un buon prodotto 🙂

      Il lievito madre differisce dal lievito di birra per la digeribilità del prodotto e per una maggiore conservazione. Ma vai tranquilla con lievito di birra. Se ne usi poco va benissimo 🙂

      Se provi fammi sapere e se ti serve aiuto sono qui 🙂

      Un abbraccio amica mia :*:*:*

  23. Maya says:

    Michi bellissime le tue fette biscottate. Ultimamente ho problemi di tempo..vorrei le giornate fossero di 36 ore e non riesco più a commentare molto e pubblicare. Ma leggerti è sempre un immenso piacere e passare da te un'emozione. Brava, bravissima…mi piace moltissimo l'idea di mettere la ricetta anche in versione lievito di birra. Io trovo che molto spesso sia un ottimo sostituto in mancanza di tempo e lo preferisco nelle pizze. Un bacio Michi…quando ho un attimo ti scrivo in privato con calma!

    • Maya, bella, non parliamo di tempo 🙁 è il mio cruccio più grande, sul serio. Esco al mattino, torno la sera. la stanchezza si fa sentire. Gli impegni si fanno sempre piu grandi. ..e il tempo davvero non c'è. Le vorrei di 48 ore le mie giornate! !

      Sono felicissima di averti qui ♥

      Un bacio grande grande, a presto!

  24. Lo says:

    che buone le fette fatte in casa….genuine fragranti profumate 😀

  25. Chiara says:

    le mie fette *_*, anzi le tue fette fatte per me *_*
    sai benissimo quanto mi sono piaciute, non smetterò mai di ripetertelo.
    sono state una droga, una chiamava l'altra. avrei voluto tenerle li, e farle assaggiare ad altre persone, per rendere partecipe qualcun altro all'idillio di questa creazione. invece nulla…. me so mangiata tutto io O_O. sono stupende…sia da mangiare così senza nulla…che inzuppate nel latte. bravissima :***

  26. Bellissime le tue biscottate e la gelatina poi! Complimenti 🙂

  27. Paola says:

    Ciao Michela, qualche giorno fa ho provato le tue fette biscottate. Buonissime!!!!
    Eccole qui 🙂
    http://www.fairieskitchen.com/2015/06/fette-biscottate-allorzo-con-lievito-madre.html

  28. Michela says:

    Ciao Paola.. Sono passata stamattina.. Hai fatto un ottimo lavoro e sono felice ti siano piaciute 🙂

    Un bacione

  29. Pingback: Fette biscottate all’orzo con lievito madre | Ricetta ed ingredienti dei Foodblogger italiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *