Streusel

clicca sulle immagini per ingrandirle
Quando sono andata a vivere da sola, nel novembre del 2010 (oddio già tre anni???), per moltissimi mesi sono stata senza tv. Non che ne abbia mai fatto una grande scorpacciata…a casa dei miei per me la tv era per vedere il telegiornale e pochissime altre cose.
Nei mesi senza tv, me ne sono completamente distaccata. Anche quel poco di tv che era nella mia vita, non esisteva più. Come fai a stare senza tv? mi diceva ad occhi spalancati la mia vecchia coinquilina. E i suoi occhi sbarrati erano sinceri…lei veramente non se ne capacitava.
Leggevo, molto. Scrivevo, di più. Ascoltavo musica, costantemente. La tv non mi mancava.
Poi la tv l’ho avuta, ma mi ero disabituata ad accenderla. Non mi veniva naturale.
Nell’ultimo periodo in cui sono stata forzatamente a casa (ancora per poco, grazie al cielo), le giornate sono state lunghe da far passare e la tv l’ho accesa spesso. E’ stato così che mi sono ricordata perché mi facesse tanto schifo. Senza mezzi termini, i contenuti sono imbarazzanti, fatta eccezione per poche cose che si contano sulle dita di mezza mano.
Eppure la tv dovrebbe essere una compagnia per chi è obbligato a casa, o per quelle persone anziane per cui magari sarebbe costruttivo vedere qualcosa di bello. Potrebbe, ma non è.
Per cui mi è toccato vedere svariati personaggi di non ben nota provenienza, atteggiarsi ad opinionisti (ma opinioni per chi?), mi è toccato di vedere chiunque dare il proprio giudizio su qualsiasi cosa. Sembra che sia diventato prassi fare i processi in televisione. I salotti televisivi si sono trasformati in aule di tribunale, dove chiunque si arroga il diritto di dire la sua su chi è l’assassino, chi il colpevole, chi ha fatto cosa e perché.  Mi è toccato di vedere Brunetta fare le veci dello psiconano…e le faceva benissimo, intendiamoci: arrogante, come lui. Insolente, come lui. I suoi discepoli certo li addestra bene.
Ma quello che davvero non ho accettato è stato il sentire scempiaggini sugli sbarchi di Lampedusa. Nemmeno davanti ai morti riescono a tacere. Per decenza, se non altro. Ché certe volte faremmo bene a praticare il silenzio, tutti.
E mi sono ricordata….di quella notte, diversi anni fa, quando mi fermai a vedere su raitre un programma in cui si parlava di sbarchi. Uno di quei programmi che vanno la notte perché sono scomodi da mostrare alla gente, perché non sia mai che mangi e ti capita di vedere certe scene…di renderti conto, insieme a quelle scene, che siamo la razza peggiore del pianeta.

Sul documentario avevano fatto vedere dei ragazzi africani che non avevano superato la traversata e che si erano spiaggiati sulla riva come balene. Corpi riversi sulla sabbia, poveri cristi crepati insieme al loro sogno….e di quei corpi, uno l’avevano fatto vedere da vicino e quell’immagine ce l’ho stampata davanti agli occhi ancora oggi, impressa come un marchio a fuoco.
La cosa scioccante era che quel corpo doveva essere stato a lungo in mare, e l’acqua l’aveva gonfiato e spellato. Della pelle nera non rimaneva quasi più niente,  era carne viva esposta al sole.

Però meglio non farle vedere certe scene, meglio non angustiarli ‘sti italiani, meglio lasciarli mangiare tranquilli, farli stare sul divano, poi, a riempirgli la testa di grandi fratelli e pubblicità, cheppoi dovranno correre a comprare quel telefonino, quel salto in padella…
Meno male che ancora ci è dato di scegliere in questo.
Che ancora possiamo spingere, a piacimento, quel tasto che tanto amo.
Off.


© Michela De Filio

Ecco una meravigliosa preparazione per accompagnare mousse et similari.  Facile, versatile, ottima. Cosa chiederle di più?
Gli streusel sono eccellenti per dare una nota croccante alle nostre preparazioni di pasticceria. In questo dessert per esempio li avevo usati facendone una variante al cioccolato e caffé. Tutti i miei assaggiatori se ne sono innamorati. 
Si possono conservare in scatole di latta ben chiuse, naturalmente facendoli prima raffreddare. 
Qui in questo post di Pinella potete godere delle varie forme. E come giustamente suggerisce lei, si possono aromatizzare ogni volta in modo diverso: con nocciole, con caffé, con polvere di liquirizia ecc ecc. Non c’è limite alla fantasia!

Ingredienti:
100 gr farina 00
100 gr farina di mandorle
100 gr di zucchero
100 gr di burro
Procedimento

Unite le polveri
Aggiungete il burro ammorbidito in fiocchetti
Impastate fino a completo assorbimento del burro, poi fermatevi
Stendete l’impasto su un foglio di carta forno dando la forma di una mattonella
Lasciate riposare in frigorifero per un’oretta
Ora con un coltello tagliate tutto a cubetti (o delle forme che avete in mente)
Infornate a 170° fino a doratura
Lasciate freddare e conservate in barattolo o in scatola di latta.


31 Responses to Streusel

  1. Molti non si accontentano di spegnere solo la tv così spengono anche il cervello, è per questo che siamo rovinati.
    Fantastiche le foto, bellissimi gli streusel.
    :*

  2. Eleonora D says:

    buoni gli streusel, anche a me piacciono proprio, così croccanti e burrosi! 🙂

    e la tv? sì…imbarazzante…telegiornali che sono diventati programmi di gossip…trasmissioni che sono diventate, su qualsiasi argomento, solo dei processi…audience che sale se sale il numero e l'entità dei litigi trasmessi…
    forse…forse se tutti spingessimo il tasto Off ciò cambiarebbe…forse…

    e con quell'Off…quante possibilità si aprono!!! io vado a correre, leggo, scrivo, pasticcio ai fornelli, consulto nuove ricette e sbircio i vostri bei blog, faccio una passeggiata nel mio piccolo paese, chiacchiero a casa con chi c'è,…e la serata vola, l'animo si rilassa, la mente non si intontisce. 🙂

    ogni tanto un OFF può diventare generatore di molti possibili ON!!!

    • Lo Ziopiero says:

      Bella l'ultima frase! :)))

    • Lo scrivevo in qualche commento fa..che una fease di uns canzone che amavo nella mia adolescenza recitava "ogni stop è solo un altro start". Dicendo stop ad alcune cose, possiamo iniziarne altre. C'è tanta passione da alimentare, da tenere in vita, per avere tempo di farci intontire.

      Dico spessissimo che il mio tempo ha un valore prezioso e non barattabile.

      Ecco, credo di aver detto tutto :*

  3. Micky, io se potessi la butterei la TV, ma 'lotto' con due figlie che amano i cartoni animati e le serie tv e con un marito che ama tennis e altri sport…confesso che l'unica rete che ancora seguo e RAI 3..unico posto dove si può seguire un programma adatto a persone con il cervello 'acceso'…
    Ho fatto un corso di assistente all'infanzia lo scorso anno e la psicologa ci spiegava come la TV è studiata per farci un completo lavaggio del cervello e farci diventare 'pecorelle'…elimina il senso critico, inculca pregiudizi e paure, tutto studiato per far stare 'buono' ed al suo posto il popolo…
    Lasciamo stare và…mi prendo la ricetta di questo streusel, meraviglioso e inizio questa bellissima giornata di sole!
    TVB, roby

    • Anche io le poche cose che vedo, le vedo su raitre 😀 lo psiconano ci chiamerebbe comuniste 😀

      Comunque. ..è bene saper scegliere, anche per i bambini. Non dico di no in modo assoluto, ma bisogna essere molto, molto selettivi.
      Tu non hai certo problemi in questo, amica mia :*

  4. Tesoro ciao 🙂 Io come ho scritto nel mio ultimo post, ho vergogna per l'Italia, per la gente che ci vive e per come ci siamo ridotti…La televisione è il mezzo di propaganda più grande oggi e viene utilizzato solamente per distoglierci da quali sono i veri problemi, con stupidaggini varie come il matrimonio di Belen o il figlio del principe!!! E nonostante tutto quello che succede attorno a noi, il primo problema dell'italiano medio è comprare il nuovo Iphone, indebitandosi pure magari!!! Sono schifata e non guardo MAI la televisione, se non quando me la ritrovo accesa a tavola con la famiglia. Devo dire però che ho iniziato ad accenderla poco poco più spesso da quando hanno inserito i canali nuovi come DMAX, FOCUS, CIELO…Ogni tanto trovo qualche programma carino che mi fa piacere vedere!!! Comunque ti faccio i complimenti per questi ottimi streusel, un bacione!

    • Ciao pasticciona 🙂 
      Il succo è proprio questo. È che come sempre riusciamo a rovinare tutto, anche le cose che potrebbero darci grandi vantaggi. La tv ai tempi in cui è nata ha avuto il grande pregio di portare la lingua italiana anche nelle case dove non c'era grande alfabetizzazione. Poi ha portato informazione, cultura….tutte cose lodevoli.

      Finché abbiamo iniziato ad essere la società del consumismo sfrenato…allora tutto è cambiato e il marketing ha iniziato a studiarci. Siamo considerati come polli allevati in serie e senza piedi a terra.Triste no? …che in molti non se ne accorgano. 

      Grazie per i tuoi spunti di riflessione :*

  5. Roberta says:

    In realtà Michi ci pensavo poco fa, ormai chiunque, ovunque, si sente in diritto di pontificare come se detenesse le un iche assolute verità…..mi viene una rabbia!
    Quanto alla tv, ti dico la verità, io la vedo come un mezzo. Un mezzo come tanti altri. Non è il male assoluto, io ci trovo anche cose belle e interessanti a volte, ma è responsabilità nostra scegliere e spesso la gente non lo fa. Non pensa, non approfondisce, non ragiona, non sceglie……
    Un abbraccio immenso BENTORNATA <3

    • Proprio questo Roby…intendevo proprio questo e lo scrivevo poco più sopra: bisogna essere molto selettivi e saper scegliere.
      Tutte le cose sono mezzi, a noi la scelta di come usarli.
      Come anche i nostri blog, come tutto.

      Ti stringo forte forte :*

  6. Ohh tesoro come ti capisco e condivido in parte quello che dici. Fortunatamente la tv è dotata anche di telecomando e oggi con la molteplicità di canali esistenti basta scegliere. Ti assicuro che ci sono doumentari e serzivi molto interessanti in giro per la galassia di canali esistenti. Ho un marito, al contrario di me, teledipendenti, quindi mio malgrado la "ascolto" moltissimo la tv che dici tu e a volte mi metto a urlare con lui intimandogli di spegnere, che non se ne può più di sentire le solite stronzate (e passami il termine) … sembra che non abbiamo altri problemi che risolvere quelli dello psiconano!! E che cavolo!!

    Cià mi consolo con una manciata dei tuoi Streusel, nello jogurt del mattino ci starebbero bene. Un bacio e cerca di riprenderti in fretta.

    • Lo so Terry. Quei documentari li vedo anche io. Per esempio Geo & Geo lo trovo un programma eccellente, per citare un esempio.
      Ma è troppo poco…troppo poco rispetto alle ore di tv. Trovare contenuti interessanti è troppo difficile e questo non mi piace.

      Però almeno possiamo scegliere cosa vedere e cosa no.

      Un bacione :))

  7. Lo Ziopiero says:

    Tu sai che con il discorso sulla tv con me sfondi una porta aperta, spalancata.
    Posso dirlo? Hai parlato con le parole mie. Leggendoti mi sembrava di ascoltarmi!
    Che strana sensazione… :))))

    Passiamo agli strusel…
    Chissà cosa ci stai riservando, eh? :))

    Baciotti, spettinata mia!!

    :* :* :*

    • Tu eri quello che, come mio Padre, chiamava la tv "trappola" ..quindi si, puoi dirlo, perché credo che anche se con anni di distanza, abbiamo ricevuto una similare educazione …parliamo in alcune occasioni la stessa lingua. ..e noi lo sappiamo :')

      Ma tu ti sei reso conto, parlando di pasticceria, che sono appesa alla montagna coi moschettoni e che, spettinata, non voglio scendere?! 😀

      Baci belli da quassù ♥

      :* :* :*

  8. Flavia D D says:

    Io purtroppo sono una di quele che nn può fare a meno della tv,ma rispetto a prima ne vedo molto meno perchè sono d'accordo con te ne dire che i suoi contenuti sono imbarazzanti…
    Che dire di questa ricetta meravigliosa,che ha conquistato anche mia madre,il che è tutto u dire 🙂

  9. Eh…tu tocchi un nervo scoperto. L'indifferenza delle persone e la capacità di farci passare sopra senza battere ciglio è veramente imbarazzante. Torno a casa e mi imbambolo a fare qualcosa di alienante per allentare la mente dopo il lavoro ma non accendo la tv. Qualche programma lo guardo, qualche film che ogni tanto passano, ma ho un senso critico talmente alto (fin da piccola…) che qualsiasi cosa che vedo non mi "colpisce" in alcun modo (per fortuna)…vorrei tanto che TUTTI aprissimo gli occhi di fronte a quello che ci viene propinato. Siamo veramente dei babbei…
    Ti abbraccio stella, è bello trovarti così "in forma" ♥

  10. Quando vivevo da sola, spesso mi rendevo conto di essere rimasta completamente in silenzio, senza tv e non mi pesava. Ed ero sull'isolotto piovoso, dove qualcosa di diverso almeno riuscivo a trovarla. Qui che posso guardarla… beh, faccio altro. Davvero non c'è scelta e a dir la verità sono anche stufa dei tg e dei programmi "seri"… Meglio non iniziare la polemica. Ma spero che non siamo in pochi a pensarla così… che qualcuno possa svegliarsi davvero, prima o poi. Meglio prima che poi. Un bacio Michy!

  11. Silvia says:

    Sono un'altra allergica alla tv,anche troppo forse.

    Ho due scogli che non riesco ancora a superare, la sfogliatura e l'alta pasticceria.
    Chissà se arriverà un tempo in cui mi sbloccherò per entrambe,e magari nello stesso momento. :))))

    Ciao Michela :*:*

    • Sai Silvia, anche io parlavo così, per la pasticceria. Poi mi sono lanciata. E ho scoperto cose che non sapevo, anche dei miei gusti personali. La pasticceria non è solo "preparare un dessert". Ma un giorno ci farò un post apposito.
      Naturalmente è una questione di inclinazioni personali 🙂

      Non ti facevo bionda 😉

      Baci :*

  12. Vaty ♪ says:

    .. Quant'e vero cara Miche..
    Spesso sul punto non è facile scrivere un post. Questo tuo l'ho letto volentieri.
    Così come torno a leggerti volentieri e felicissima direi! Ti abbiamo pensata questa settimana sai? Tutto bene vero?
    Un abbraccio grAnde grande cara

  13. Ciao Michi, mi sembra di capire che pian piano le cose vadano meglio e questo mi fa molto piacere! Per la tv ti dirò che esistono ancora dei bei programmi buoni in mezzo a tanti deficienti che val la pena vedere se si ha del tempo da dedicargli per il resto ci sono mille cose da fare e con la tv spenta riescono tutte meglio! Baci. Alice

    • Ciao Alice!!! si, le cose vanno meglio e piano piano torno alla normalità.
      A me le cose riescono benissimo se nel frattempo ascolto musica, come adesso mentre rispondo ai vostri commenti 🙂

      Un bacio con lo schiocco :*

  14. Francesca P. says:

    Mi hai fatto venire una voglia incredibile di crumble e crostate piene di croccantezza in superficie… 🙂
    La tv non la vedo ormai quasi più. Mi ha deluso. Preferisco sistemare foto o cucinare, tempo speso senz'altro meglio… hai visto poi che brutte le fiction italiane? Alcune straniere sono fantastiche, quelle sì che le guardo…

    • Fra', le fiction italiane mi fanno orrore anche solo se ne scorgo la pubblicità. Invece è bellissimo passare il tempo a fare le cose che ci piacciono davvero, magari con della buona musica.

      Un bacio croccante 😀

  15. fra te e Pinella mi fate morire!!! ma che meraviglia che sono questi, mi sono già segnata la ricetta fra quelle da provare….
    senti bella susina, io la tv la guardo poco. qualche film o qualche telefilm e l'informazione di Rainews. in quanto alla nostra situazione politica stendiamo un velo pietoso: abbiamo quello che ci meritiamo… evidentemente una bella fetta di italiani pensa che quell'uomo sia un santo e che sia un perseguitato. forse fra qualche secolo lo metteranno fra i martiri accanto ai santi canonici della chiesa cristiana…. in quanto al resto…. volemosi bene, grande fratelli, amici di Maria, di Giuseppe di Caio Tizio e Sempronio ….. che tristezza!!!
    mi consolo con Panissimo, anche tu?
    ho sbirciato fra i tuoi pani e non mi sono sentita all'altezza…. bisognava che te lo dicessi cara la mia bella susina meravigliosa!
    baci e scalda i motori….
    Sandra

    • Ciao Pezzettino, mi crea pensiero essere messa, anche solo come nome, accanto a Pinella che è oltre…..ma parecchio oltre. Grazie!

      Per la politica e la tv io e te la pensiemo nello stesos modo, quindi che aggiungere? Ah, si! Che ci consoliamo con Panissimo!!!
      Centomila volte meglio panificare, non si discute.

      Grazie per avere sbirciato i miei pani….sono una che fa tentativi, nulla di più…e scambiarsi esperienze è bellissimo. Sono felicissima di scaldare i motori per Panissimo ….per nn dire ONORATA!

      Un abbraccio col botto! :*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *