Allorello

Una sera ad una cena di lavoro ho avuto la fortuna di parlare con la la mamma di una mia cliente. Parlando di tavola e di cibo, s’è fatta scappare che spesso prepara l’allorello. 
Pensando alla quantità industriale di alloro che hanno i miei genitori, immediatamente ho acceso la mia curiosità e mi sono fatta spiegare la ricetta. 
Che ve lo devo dire? 
L’ho rifatto a tempo lampo 🙂 
L’allorello è il cugino povero del limoncello, ma non ha niente da invidiargli: è un ottimo digestivo, gradevole e fresco. Ha un bellissimo colore, il che non guasta. E poi..io adoro l’alloro: durante l’inverno mi ammazzo di tisane che faccio semplicemente bollendo l’acqua e lasciando una o due foglie in infusione. Rinfresca e fa bene anche ai dolori di pancia 🙂
L’unica cosa è che io ho stravolto la quantità dello zucchero…era davvero troppo nella ricetta originale e qualcuno lo sa già a memoria, non mi piacciono le cose troppo stucchevoli. Quello che vi indico nella ricetta mi sembra un buon equilibrio.

La mia Gemma, naso in su per tanta meraviglia

Ingredienti:

750 ml di alcool
1 lt di acqua
12 foglie di alloro
800 gr di zucchero (io 300 gr)

Procedimento:

Lavate le foglie di alloro
Mettetele a macerare nell’alcool per 24 ore
Portate a bollore l’acqua e poi scioglieteci dentro lo zucchero.
Unite l’acqua zuccherata all’alcool e lasciate riposare 24 ore
Imbottigliate il vostro allorello.

Nel frattempo…rimirare piantine come fossero gioielli…è da me!!

31 Comments
POSTED IN:


31 Responses to Allorello

  1. Tesoro buongiorno:* questa volta mi sa che passo… io sono completamente astemia, non assaggio nemmeno i prodotti alcolici… che uso solo all'interno dei cibi, ben mascherati e in quantità davvero esigue.. Però, c'è un però, mio marito(piemontese) è un grande appassionato e spesso mi tormenta con l'idea di liquori home made… che io ti confesso non ho mai fatto per paura di combinare pasticci, visto che non assaggio… ma visto che di te e delle tue ricette mi fido ciecamente potrei anche provarci… tra l'altro l'alloro è un'aroma che adoro e che uso spesso e volentieri ma ahimè io quell'albero magnifico me lo sogno!!
    Bellissima anche la tua Gemma:*
    complimenti per le tue idee originali e creative e anche per le bellissime foto :*
    bacione Miki cara:**

    • Ciao Bella, io non bevo in genere. Figurati che ieri sera avevo ospiti a cena e sicocme mi hanno portato un vino rosso, ho voluto assaggiarlo…un caldo che non ti dico e subito una strana sensazione alla testa 😀 proprio non je la posso fà 😀
      Però quelle poche volte l'anno mi piace assaggiare liquori da dopo pasto, tipo il limoncello, l'allorello, o anche un fantastico nocino che mia mamma fa con le sue noci!!
      L'alloro…i miei ne hanno a quintali in campagna, ma anche qui a roma, al parco dove vado a correre la sera, c'è un bell'alberello :)))
      Gemma è il mio amore grande.

      Un bacione :*

  2. Ely says:

    Stu-pen-do!! Devo provarlo! <3 Adoro le piante aromatiche e ne ho il giardino pieno, c'è sempre spazio per loro.. sono davvero dei gioiellini, ti capisco! 😀 E un bacio alla tua Gemma, che carina che èèè..!

  3. Gaia says:

    Mi sarei persa 10 minuti buoni in adorazione di quel banchetto di piantine…
    ma la mimosa sensitiva, prevede il futuro secondo te?!?
    😉

  4. Edith Pilaff says:

    Oh My God,ma quello e' un albero d'alloro?
    Voglio venire lí ed abbracciarlo!Certo e' che mamma Natura ci regala delle cose strabilianti ed a volte siamo proprio dei folli a non apprezzare in pieno.Favoloso il tuo allorello.
    Sai che in Inghilterra l'alloro si usava anche in alcuni dolci?
    Sono sicura che ti piacerebbero!
    Un abbraccio stretto.

    • Darling, yes it is!!! 😀 una specie di gigante che regna maestoso nella campagna dei miei :)))
      Sono certa anche io che mi piacerebbero i dolci aromatizzati con queste foglie profumatissime…
      Ciao Vivace mia :*

  5. m4ry says:

    Allorello ???? Ma dai ! Mai sentito…e pensa che adoro l'alloro ! Mia mamma ne ha una pianta molto grande, certo, nulla a che fare con quella che hai fotografato tu, ma potrebbe comunque tornare utile allo scopo 😉
    Bacini tesoro !

  6. Francesca P. says:

    Allorello è un nome buffo, richiama parole infantili, mette allegria… 🙂
    Condivido la tua passione per le piantine e se avessi spazio e un giardino le prenderei tutte! Ma mi accontento del davanzale e di qualche vasetto con i profumi che più amo… che cucina sarebbe senza erbe aromatiche? 🙂

  7. Maria Teresa says:

    Michi!!!!!!
    Ma che buono che deve essere questo allorello 😮

    La preparazione poi è velocissima e… sai che ti dico???
    Questa ricettina la infilo subito subito nel quadernino di quelli che saranno i miei regalini home-made per il prossimo Natale ;))

    Un abbracciotto e a presto!!

    p.s. anche io aspetto trepidante il finale col botto eh??????

    • Ciao cara…il sapore resta molto delicato…piacevole, se si ama l'alloro. Mi sembra un'ottima idea per i regali di natale. Poi è così semplice. Infiocchetti tutto e fai un figurone :))

      Abbraccio ricambiato :*

      PS: aspetta aspetta 😀

  8. Tu sei l'unica che con le parole e le foto che fai riesci (quasi) a convincere un'astemia come me a preparare un liquore! Ma ti pare possibile? Ti bacio chicchina!

  9. Sarà il cugino povero ma a me ispira molto più del limoncello che mi ha un po' stufato!

  10. Michela: ho una siepe di alloro alta due metri davanti alla porta di casa…. che dici? mi tocca farlo?
    un bacio tesoro
    Sandra

  11. Eleonora D says:

    ops…ogni tanto mi perdo…ma con un giorno di ritardo eccomi qua. 🙂
    come mi piace questa preparazione! fa parte dei "vasetti" che amo (conserve, confetture, liquori, frutta sciroppata,…) esercitano un fascino particolare su di me. non so perchè, forse è l'idea di base, conservare…non voler perdere ingredienti preziosi…farli durare nel tempo…

    ammiro la maestosità del tuo albero di alloro! e la "piccola" Gemma che lo annusa.

    • Sai ciccia, che anche a me piacciono i vasetti, credo proprio per il motivo che dici tu: il fatto di conservare, "impriogionare" sapori, mantenere…sono così belli poi, vasetti e boccette varie 🙂

      Gemma è la mia vita <3

  12. Roberta says:

    Consideralo fatto questo allorello! 🙂
    Ma come è cresciuta Gemma? e come è bella, elegante???
    E tutte quelle piantine??? E' un paradiso, ma quante sono???
    Baci Michi

    • Ok, affare fatto 😀

      Gemma è cresciuta tanto..mi sovrasta. Quando torno dai miei devo stare attenta a scendere dalla macchina, mi invade con la sua gioia. E' diventata una creatura dal corpo elegante, è snella e agile come un felino..infatti io la chiamo "la mia Regina". La amo tantissimo <3

  13. Allora l'Allorello mi mancava e potrebbe fare la felicità di qualcuno che vive sotto il mio stesso tetto… Ma anche la mimosa sensitiva mi manca tra le aromatiche….
    spettacolari! Per l'alloro…potresti venderlo! 😀
    Alice

  14. Sono a bocca aperta per il tuo albero e per le piantine…adoro le piante aromatiche e sto rimpolpando la mia nuova aiuola di erbette..la amo da impazzire…passo la mano sulla lavanda sulla menta sulla salvia e me la annuso…ma quanto bello è???
    Segnato l'allorello, ma solo da te trovo 'ste cose, sei unica amica! Ti abbraccio forte! Roby

    • Roby, non mi parlare di piante e piantine..che le adoro da pazzi. Sono fortunata perché mia mamma possiede pure quelle che non conosco!!! che cosa meravigliosa la natura…davvero.

      Ti abbraccio bella

  15. Silvia says:

    Capperi!!!

    Mi ero persa questo post:O

    L'allorello?!? Che forza mai sentito!

    Mannaggia proprio pochi giorni fa ho riportato al super una bottiglia di alcool per cambiarla con una di vodka :D:D:D

    Mi ci perdo nelle tue foto,Michela,sei troooppo brava!!!

    :*:*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *