Gelato al cioccolato

clicca sulle immagini per ingrandirle

Ci sono persone che con la loro passione riescono a trascinarti e ad avvicinarti anche alle cose che sono più lontane da te. Cose di cui sai poco o niente. E può davvero essere qualsiasi cosa. Conta soltanto la persona che te ne parla. Saper trasmettere passione e suscitare interesse, è una dote che non tutti hanno. Io la riconosco subito nelle persone, è una caratteristica che immediatamente mi coinvolge e mi salta all’occhio. 
Che si parli di lavoro, che si parli di vin brulé, che si parli della vita in mare o del teorema di pitagora, a me non importa. Tutto mi appassiona e mi incendia se chi mi traghetta ha una forte passione nel raccontarmelo.
Qualche sera fa ho avuto il privilegio di visitare i Musei Vaticani con una guida d’eccezione. Mi dispiace non aver chiesto il suo nome, perché non poterglielo dare, oggi, mi sembra un grande peccato. 
Ma questa ragazza mi ha incollata alle sue parole. Un’ora e mezza ad ascoltarla estasiata, rapita, incantata. Non solo il suo amore per l’arte, che la illuminava tutt’intorno, ma tutto il linguaggio dei suoi gesti, e la modulazione della sua voce, e il modo di pronunciare la “r” in modo marcato e deciso. 
In piedi su uno scalino dentro la Cappella Sistina, dominava la scena come un’attrice di prim’ordine, importante al pari della meraviglia che ci raccontava. 
A lei, e a tutte le persone come lei, che sanno raccontare e arricchire il mondo di passione, che sanno rendere speciale il loro sapere, dedico qualche scatto senza pretese rubato quella sera, con il cellulare e che riporto a fine post. 
_______________________

Ricetta di Piero
Un gelato cremoso ai limiti dell’immaginabile.
Il sapore è denso ed intenso.
Chi ama il cioccolato non può non provarlo.

Ingredienti:

4 tuorli
140 gr zucchero
40 gr glucosio
20 gr miele
250 gr panna
250 gr latte
55 gr cacao
60 gr cioccolato fondente 70%

Procedimento:

Riducete il cioccolato in piccoli pezzi e pesate tutti gli ingredienti
Montate le uova con lo zucchero
Unite il cacao 
In un pentolino intanto mettete a bollire il latte, la panna, il miele e il glucosio
Quando arriva a bollore, aggiungete la montata delle uova continuando a mescolare.
Quando avrete amalgamato bene, aggiungete il cioccolato a pezzetti e togliete dal fuoco continuando a mescolare finché sarà perfettamente sciolto. 
Fate raffreddare a temperatura ambiente e poi mettete in frigorifero per tutta la notte. 
Il giorno successivo mettete il composto nella gelatiera e lasciatela lavorare fino a raggiungere la giusta cremosità.


_______________________________
54 Comments
POSTED IN:


54 Responses to Gelato al cioccolato

  1. Lo Ziopiero says:

    E' vero. Ci sono persone che riescono a trasmetterti una passione solo attraverso i loro racconti…

    Bella la foto col gabbiano…:))

    p.s. un giorno proverò a raccontarti la vera storia del Teorema di Pitagora… 😀 😀 😀

  2. Federica says:

    Verissimo. Ci sono persone che con il loro modo di raccontare, spiegare, parlare riescono a fari amare anche cose che fino ad un attimo prima credevi di odiare. A me è successo con la filosofia al liceo: da materia odiata è passata al secondo posto di preferenza (dopo la matematica) grazie al cambio d’insegnante. E forse da lì ho capito che non esiste il: non mi piace! Tutto è relativo.
    Quel secchiello te lo farei fuori tutto. Il gelato “spatasciato” tenta il doppio :D! Un bacione, buona settimana

  3. Casale Versa says:

    ..e tu sei tra queste e forse non te ne rendi nemmeno conto! un abbraccione goloso cara Michela!

  4. Patty Patty says:

    Michè io ti leggo e mi appassiono a quello che fai ai tuoi lievitati, ai tuoi viaggi, alle tue foto, all'amore che ci metti in quello che fai… ti seguirei anche in capo al mondo! Dì allo zio che anche io voglio sapere la vera storia del teorema di pitagora! un bascione

  5. FrammentAria says:

    oh come è vero! difatti, io ti amo 😀
    se poi posti anche il gelato al cioccolato…. mi tramortisci 😀

  6. ciao, sembra ottimo e cremoso al punto giusto,ma si può fare anche senza gelatiera?

  7. Che voglia super cremoso, peccato non avere la gelatiera.

  8. Maya says:

    Michela con le tue parole tu ci fai viaggiare, ci fai entrare nel tuo cuore. Bellissime le foto anche quelle del gelato anche se devo ammettere che io sono crema dipendete e nutro una certa antipatia per il cioccolato. So tutta strana..me so magnata le cavallette in Thai ma non me magno la cioccolata :).

    • Maya, sei tanto dolcerrima 🙂

      Presto arriverà anche la crema, tutta petté <3
      Se il cioccolato non ti piace, questo gelato lo devi evitare perché è cioccolatossissimo!!

      Mo però me devi spiegà come hai fatto a magnà le cavallette!! O_o

    • Maya says:

      Michi so come the..mi piace sperimentare e non mi pongo limiti 🙂 Oh fritte "so bone" e poi sono pure iperproteiche! Altro che tuna fish 😀 ah ah ah ("poro ziopierino con mamma maya 😀 ))

  9. m4ry says:

    …sto rimpiangendo il mio non avere una gelatiera…
    I musei vaticani li ho visitati anche io ultimamente..forse un paio d'anni fa..la cappella Sistina è commovente per la sua bellezza..ti abbraccio <3

  10. Maria Teresa says:

    Eccomi qua!!!!!!!
    Da dove parto????
    Dal gelato che sembra essere una goduria allo stato puro o dalle tue parole che sempre mi tramortiscono e incantano???
    Non saprei, davvero!!!
    E allora me ne sto qui davanti allo schermo con la bocca aperta e mentre contemplo le foto (davvero suggestive) spero che dal monitor esca un cucchiano di questa delizia che hai preparato!!!!!!
    Come promesso, ti lancio un bacio anche da qui!!! :*
    A presto bella!!

  11. E' bellissimo quando qualcuno riesce a trasmettere l'amore per la storia dell'arte e riesce a entrarti dentro, in un vortice di emozioni. Il gelato merita il nome della misteriosa giuda che ti ha illuminato la visita ai musei!

  12. Luca Monica says:

    Ma certo che conosco quelle persone…che quando parlano traspare tutta la passione che mettono nel fare le cose, tutto l'amore che hanno per ciò che fanno e che…come dici tu….ti fanno amare anche il teorema di pitagora…insomma un po' come te quando parli delle tue ricette!!!!!
    Magnifico il tuo gelato…

    Un abbraccio
    monica

  13. Berry says:

    Io vorrei tanto tornarci, ai Vaticani, vedermeli con calma e poter approfondire ogni dettaglio degno…sei stata fortunata, non sono molte le persone in grado di trasmettere passione per ciò che fanno e amano. Ti abbraccio tesoro…il tuo gelato mi trasmette una grandissima voglia di rubarne un cucchiaio! 😛

  14. Roberta says:

    Chissà, magari era la mia amica Francesca! 🙂
    Hai ragione, la passione è quell'ingrediente che rende speciale ogni cosa che facciamo!
    Anche la tua passione è grande, e si sente tutta, arriva fin qui!
    Brava, ti abbraccio forte!!!!

  15. Edith Pilaff says:

    Altro che rubarne un cucchiaio,ti prenderei tutto il secchiello…
    D'accordissimo sulla capacita' di certe persone di raccontare/spiegare le cose e tenerti incollata ad ascoltare.
    Un'arte che purtroppo va lentamente scomparendo….Un grazie a te ed uno a Gianni,dato che ha fornito questa bella ricetta!

  16. Francesca P. says:

    Quando si ha bisogno di conferme e certezze, ecco il cibo giusto che rincuora: il mitico gelato al cioccolato, che ci fa tornare anche pò bambine con la bocca sporca… 🙂

  17. Francesca says:

    Michi non ti posso perdonare per avermi fatto entrare in mente la canzone di Pupo sul gelato al cioccolato dolce e un po' salato.
    Contratterò se me ne porti una ciotola 😀
    anche io voglio rivedere la cappella sistina!!
    baciiii

  18. mi manca la panna, mi manca la panna……mannaggia a te a zio Piero! ve ne inventate sempre una in più!
    la passione…. muove il mondo la passione, concordo

  19. Eleonora D says:

    Ma…ma io vedo solo ora questo post!
    Come mai? Non posso permettermi di perdere un post sul gelato.
    Amo il gelato.credo davvero in qualsiasi gusto.amore da quando sono bambina.e non è uno di quei brevi amori estivi…no…posso passeggiare in dicembre tremando di freddo con il mio bel gelato.
    …ma accipicchia non ho la gelatiera…potrei tentare comunque l impresa…

    È bellissimo poter guardare l arte accompagnati dalle parole di una brava guida!purtroppo io i musei vaticani li ho visitati una decina di anni fa,studentessa dedita al risparmio,e quindi ho rinunciato alla guida.
    Errore!avrei guadagnato.non speso!

    In attesa di una futura visita ben fatta,mi consolo con le tue immagini.
    (di opere artistiche,o di gelato? 🙂 )

  20. Alessandro says:

    Una secchiata di gelato per me, ne prendo sono una secchiata perche sono a dieta. :-D.
    Michela complimentiiiiiiiiiiiiii.
    P.S. le foto favolose, l'ho detto che sei MITICA!!! 😀

  21. Le tue parole mi hanno sciolto, proprio come il gelato 😀
    Sei una persona così sensibile Michi, un diamante :*

  22. Rika says:

    Mi piacciono un sacco gli accessori che usi!!!
    Il secchietto con il gelato…è trooooooooopo carino!!!!!!!
    Brava Michela!!! ^^

  23. Maria Teresa says:

    Ero indecisa se passare da questo post perché il gelato è una delle pochissime cose che ad oggi non mi ha ancora entusiasmato né nel prepararlo e tantomeno mangiarlo…; però poi mi son detta: "ma i post di Michi bella non si riducono mai ad una ricetta semplice o complicata che sia né a foto spettacolari…, Michela prima regala sempre parole ricche di poesia…" e quindi eccomi qui! Non rimango delusa: anche questo post mi lascia qualcosa dentro…
    Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *