Agnello arrosto alla cotognata di Donna Hay

clicca sulle immagini per ingrandirle
In questo post vi chiedevo consigli sui libri di cucina…ebbene, io faccio le cose seriamente e di vostri consigli ne ho seguiti molti. Ho comprato diversi libri, tra cui quello di Donna Hay, “Non ho tempo per cucinare! Ricette per il turbinio della vita moderna“. Un libro molto bello che consiglio spassionatamente. Io mi sono messa subito all’opera! 
Per prima ho provato questa particolare ricetta, che prevede l’utilizzo della carne di agnello (che io mangio pochissimo, se non quasi niente) e la cottura con lo zucchero e con la cotognata. 
Avrei potuto modificare la ricetta a modo mio, magari usando il pollo al posto dell’agnello, e magari omettendo lo zucchero…ma sarebbe stato troppo facile, e in fondo avevo proprio voglia di seguire la ricetta passo passo per provare un gusto nuovo.
Bene. L’ho seguita alla lettera e il risultato è stato di una cenetta davvero gustosa. Il contrasto del dolce con il salato mi è piaciuto. Un solo consiglio vi darei: usate pezzetti di agnello piccoli, diciamo pezzetti non superiori ai 60 gr…questo perché la carne si insaporirà meglio…datemi retta!
Ingredienti
4 carote, raschiate e tagliate in 4 per il lungo
3 rametti di rosmarino
2 cucchiai di zucchero di canna (io 1)
2 carré di agnello senza osso
75 gr di cotognata (io la mia, home made)
12 fette di pancetta
Sale
Procedimento

In una teglia coperta di carta forno ho messo le carote, il rosmarino, lo zucchero e il sale.
Ho mischiato bene e messo in forno a 180° per circa 40 minuti
Intanto su un tagliere ho disposto le fette di pancetta
Ci ho posizionato sopra, al centro, i pezzi di agnello
Ho spalmato i pezzi di agnello con la cotognata, quindi li ho arrotolati nella pancetta
Trascorsi i 40 minuti, ho adagiato i pezzi di agnello sulle carote e ho lasciato cuocere altri 15 minuti


27 Responses to Agnello arrosto alla cotognata di Donna Hay

  1. Valentina says:

    Ciao Michi! 🙂 Ottimo acquisto! 😀 Questa ricetta mi piace un sacco anche perché io amo i contrasti, di sapori e consistenze… Nello specifico mi piace molto il contrasto dolce-salato e quindi devo provare assolutamente questo agnello! 😀 Lo zucchero di canna nei piatti salati mi fa impazzireeee 😀 Complimenti, un abbraccio e buona giornata! 🙂

  2. Roberta says:

    Michi, deve essere stata una meraviglia davvero!!
    Brava!
    Un abbraccio!

  3. Hai preso il libro di Donna Hay c'è l ho anche io fantastico!!!!! Questa ricetta non l ho ancora provata ma ho già fatto due volte il pollo con la ricotta 🙂
    Se mi dici che è' buona mi fido l aspetto e' molto invitante !!!
    Baci

  4. Ely says:

    Oracolina.. com'è che quel libro me lo sono persa? Devo assolutamente rimediare, mamma mia! 🙂 Un abbraccio e complimenti per questo piatto davvero delizioso..ma tu sei ormai una garanzia, amica mia!! 🙂

  5. Berry says:

    che belli Michi tutti questi sapori insieme! amo molto lo zucchero di canna con questi accostamenti, crea una cremina agrodolce veramente unica! un bacio!

  6. m4ry says:

    Amo Donna..è un'amica preziosissima il cucina..e sono dell'idea che per cambiare, bisogna osare e provare ! Splendidi accostamenti, e credimi, le immagini parlano da sole ! 🙂
    Bacio stellina :))

  7. io invece preparo spesso l'agnello perchè alla mia famiglia piace molto e siccome sono anche curiosa di scoprire nuovi gusti e abbinamenti sai che ti dico? ho giusto una confezione di polpa di agnello in freezer , ora lo tiro fuori e domani provo questa ricetta. ho pure la mia cotognata homemade!!

  8. Pippi says:

    mi piace tantissimo questa ricetta..la voglio fare appena ho ospiti..

  9. Simona says:

    Ciao Michy!!! Anche se l'agnello non mi piace questo piatto m'incuriosisce parecchio:)
    E anche il libro dev'essere bellissimo!! Un bacione

  10. Davanti ai libri di Donna Hey ci sbavo ogni volta che vado in libreria (praticamente tutti i giorni :D) ma non fanno per le mie tasche purtroppo :'(
    L'agnello ha un aspetto delizioso, brava Michi! :***

  11. lalexa says:

    tres chic!delizioso !gustoso !questo piatto racchiude tutto!da provare sicuramente

  12. Dani says:

    Quasi quasi lo compro anche io 😀
    Non cucino l'agnello (non sono addolutamente vegetariana ma certi animali non li mangio.. controsenso lo so ma è più forte di me…) se la magiassi però questa ricetta sarebbe in un'altissima posizione della mia classifica personale! Potrei provare a vedere com viane sacrificando un povero pollo innocente 8di poveri polli per loro non ho pietà…)
    Baciotti

  13. Damiana says:

    Che modo particolare di cucinare l'agnello,hai fatto bene a seguire la ricetta!E' da parecchio che non compro un libro da cucina,mi hai dato degli ottimi suggerimenti!Un bacione cara!

  14. carmencook says:

    Ciao Michela, questo libro mi incuriosisce ogni giorno di più!!
    Una ricetta con i controfiocchi!!
    Bravissima tesoro!!
    Un bacione e buona serata
    Carmen

  15. Sara says:

    OH MAMMAMIA MIKI..ti sei superata..altro che il mio agnello di oggi..il tuo invita da morireeeeeee!! brava..interessante sto libro :))!
    buona serata carissima!!

  16. Ennio says:

    Vado matto per l'agnello! E il modo in cui l'hai preparato ME GUSTA! 😀

  17. Oltre ai lievitati ora ti butti anche sui secondi!? Sei troppo brava Michy!!! Mi ero ripromessa di non comprare più libri di cucina, ma come si fa? Un bacio!

  18. Ciao Michela! DONNA HAY la adoro, ho un libro suo e ho in cantiere un pò di ricettine deliziose!
    Complimenti per questo agnello!
    bacione
    Mari

  19. Ale says:

    ma che bontà mia cara!

  20. brava l'umiltà è una virtù che premia! !! ne farò tesoro sia della tua ricetta sia del tuo atteggiamento..
    notte!|

  21. Paola says:

    Ciao Michela, ottimo questo abbinamento dolce salato, complimenti! un abbraccio e a presto

  22. Elle says:

    Ma buongiorno apetta operaia… che faticaccia starti dietro: ogni giorno una nuova fantastica ricetta! Ma come fai???
    Hai fatto benissimo a seguire la ricetta alla lettera, a volte ci vuole se vogliamo ampliare i nostri orizzonti culinari. Io solitamente se una ricetta é completamente nuova la prima volta la seguo quasi sempre alla lettera, così almeno vedo se mi piace o no e la volta dopo la modifico se del caso. Neanche io mangio molto l'agnello (bhé, la carne in generale, ma l'agnello ancora meno), però questi contrasti mi piacciono un sacco… in puro stile Limone e Stracciatella!! Bravissima apetta! Un bacione e buon weekend!

  23. Con questa ricetta proponi un gusto decisamente nuovo, almeno per me. Mi piacciono, unite all'agnello sia la cotognata sia la pancetta. E' un piatto da provare.

  24. Vi ringrazio tutti per i commenti. Vorrei rispondervi uno a uno, ma non ce la faccio per ragioni di tempo. Grazie di vero cuore!

    @Elle, come faccio? eheh…non cucino ogni giorno, anche perché vivo da sola. Ma nel week end mi sbizzarrisco a casa dei miei, dove siamo in tanti e c'è sempre chi mangia. Così facendo ho creato una sorta di "archivio" che mi permette di pubblicare quasi ogni giorno (di solito pubblico meno nel week end)
    🙂

  25. Zonzo Lando says:

    tesoro! ma lo sai che anche io mangio poco l'agnello? però se lo dice Donna Hay e il risultato è questo unna certa gola me la fa eheheheh Bravissima e un grande abbraccio 🙂

  26. Patty Patty says:

    Michy io invece mangerei agnello pranzo cena e colazione, mi piace tanto da vivo quanto da morto (cotto!).. La voglio provare questa ricettina, mi ispira tanto! Un bascio!

  27. Pellegrina says:

    Gnam! Ok seguire le ricette, ma io trovo che quelle anglosassoni vadano decisamente dezuccherate. Loro ne usano tanto spesso anche per dare sapore a mterie prime scadenti, cosa che andrebbe proprio evitata… Quindi via con la cotognata ma no allo zucchero aggiunto anche se scompare l'effetto caramello. Al massimo 1 cucchiaino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *