Ciao Spillo. Ci rivedremo un giorno, e sarà un giorno pieno di sole.

                                              Spillo & Marta

Spillo, amico mio, 15 anni insieme a te che hai visto crescere la nostra famiglia. Salutarti in questi giorni è stato difficile, nei tuoi occhi così profondi c’erano nascosti tutti questi anni trascorsi insieme: quando ti abbiamo preso eri una pallina e stavi per morire. Ti abbiamo curato, accolto, amato. I bambini sono cresciuti chiamandoti per nome. Sei stato fisso davanti alla nostra porta, per entrare dovevamo scavalcarti. Venivi a reclamare attenzioni alla finestra della cucina, e Papà brontolava quando ti davamo qualcosa da mangiare da lì. “Poi si abitua”, borbottava, ma noi ti concedevamo qualche vizio. Stavi male quando Papà mancava, che era in ospedale. Sembravi ricoverato tu. Vagavi spento in tutto il cortile, si leggeva nei tuoi occhi il dolore della sua mancanza. E al suo ritorno quante feste! Gli saltavi addosso, felice…il tuo amato era tornato, finalmente. Quando vivevo ancora a casa di Mamma e Papà, la mattina mi alzavo e facevo colazione al tavolo della cucina..tu mi guardavi sempre dalla porta a vetri sul retro, e io non resistevo mai, ti davo sempre una fetta biscottata!
Hai visto nascere anche Marta, l’ultima arrivata, il tuo è stato uno dei primi nomi nella sua bocca.
Non avrei mai creduto di provare un dolore così forte e così lancinante a salutarti, senza saper decidere se fosse più giusto farti smettere di soffrire o se fosse più giusto volerti tenere ancora qui con noi, ancora un giorno, per farti ancora una carezza mentre Marta con la sua voce chiama “Ppillo!! Ppppilloooo!”.
Amico mio, amico mio…15 anni insieme sono tanti. Tu c’eri sempre. O tornavo a casa felice, o tornavo a casa triste, tu c’eri sempre, ad aspettarmi davanti alla porta. Non ho mai pensato al giorno in cui avrei dovuto dirti addio, e adesso che il momento è arrivato, soffro e bevo le mie lacrime, in attesa che questo dolore passi.

Grazie di esserci stato.

Ci rivedremo un giorno, e sarà un giorno pieno di sole. 

Spillo & Gemma


7 Responses to Ciao Spillo. Ci rivedremo un giorno, e sarà un giorno pieno di sole.

  1. Matteo says:

    ;__; Ciao Spillo…

  2. carmencook says:

    Ciao Michela, piango come una bambina davanti al tuo post!!
    Ho una cagnetta di 11 anni di nome Patty e vivo nel terrore che un giorno possa lasciarmi sola!!!
    Lei è la mia ombra, è felice quando io sono felice e triste e malinconica quando anche io lo sono!!
    Anche la mia quando l'abbiamo trovata stava per morire ma l'abbiamo salvata e vista crescere!!
    Per me è come una figlia!!!
    Capisco perfettamente cosa provi!!!
    Sii forte!!!
    Ti abbraccio Carmen

  3. @Matteo, :*
    @Carmen, grazie di cuore…le tue parole mi hanno abbracciata.

  4. Roberta says:

    Michela, ti abbraccio con il pensiero!

  5. In queste righe piene di dolore mi ci vedo io, nel maggio del 2010, quando ho dovuto decidere per Yoghi, quando sono andata al lavoro ben sapendo che sarebbe stata l'ultima volta che l'avrei stretta a me… mio marito non ha voluto l'accompagnassi per starle vicino sino all'ultimo respiro, l'ha fatto per me, eppure ho provato un senso di colpa enorme per non avercela portata io, lei che mi ha amata incondizionatamente e che mi rincorreva ovunque andassi, lei che è arrivata a seguirmi nell'acqua gelata di un fiume, lei che l'acqua non la tollerava nemmeno tiepida! Oggi c'è Polly, adottata da un canile come Yoghi, che non volevo prendere come non lo volevo con la prima cagnetta, eppure me ne sto innamorando come è accaduto con lei, è di una dolcezza incredibile, totalmente contrapposta alla vivacità di Bubu… ma lei rimarrà sempre nel mio cuore come l'unica!
    Ciao, Tatiana

    • Cara Tatiana, il tuo dolore è il mio.
      Nemmeno io avevo voluto accompagnare il mio Spillo. Non ho avuto coraggio, stavo troppo male. Però sono contenta perché è stato accarezzato fino all'ultimo respiro da mio padre. Si sono guardati negli occhi, si è addormentato dolcemente.
      Già mentre lui stava male, non ne volevo più sapere di altri cani, e invece il giorno che Spillò se ne è andato, piangevo con in braccio la piccola Gemma. Non si può fare a meno di loro.
      E meno male che lei c'è !

      Un abbraccio :*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *